Domenica 15 Giugno 2014

Gravissimo l’uomo aggredito
Il fatto a Bergamo, la polizia indaga

Un’uto della polizia di Stato

È in gravissime condizioni, ricoverato in Terapia intensiva all’ospedale di Bergamo l’uomo che sabato sera 14 giugno in via delle Industrie a Bergamo, nella zona industriale a confine con Azzano, è stato trovato a terra, gravemente ferito, dietro un’auto.

Dell’uomo ancora poche informazioni: si sa solo che è bergamasco e ha 61 anni. Le sue condizioni sono molto critiche e sulla vicenda sta indagando la squadra mobile della Questura di Bergamo.

Dalle prime ipotesi si pensa che l’uomo sia stato aggredito con un oggetto contundente che lo ha colpito alla testa in maniera molto violenta. Gli agenti non hanno però trovato nulla sul luogo dell’aggressione e le ricerche continuano.

A dare l’allarme un uomo che passava nella zona completamente prima di case residenziali: in via delle Industrie ci sono solo capannoni e fabbriche e nessuno pare aver visto nulla: solo che chi ha chiamato il 118 ha notato il corpo a terra, con una lesione alla nuca, dietro un orecchio.

L’allarme è scattato sabato sera poco dopo le 22 :il corpo era dietro un’auto e c’era sangue per terra.

Il passante, resosi conto della grave situazione, ha allertato il 112, il numero unico per le emergenze e sul posto, nel giro di poco tempo, sono arrivati i sanitari del 118, con un’auto medica e un’ambulanza.

Rapidi i soccorsi, con i sanitari che hanno cercato di fare il possibile per l’uomo, trovato in stato di incoscienza e apparso subito in gravi condizioni. Quando è arrivato al pronto soccorso del Papa Giovanni è stato ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Terapia intensiva.

© riproduzione riservata