Lunedì 10 Febbraio 2014

Il miglior amico di Gjoka:

«Ho visto l’auto, non sapevo fosse lui»

Laidon Gjoka
(Foto by Roberto Conti)

Una tragica coincidenza ha segnato l’incidente avvenuto a Treviglio nella notte tra sabato e ieri. Era notte fonda quando Fiorino Bylyshi, amico del cuore di Gjoka Laidon, stava percorrendo via Bergamo, teatro dell’incidente. «Stanotte mentre tornavo dal lavoro – racconta Fiorino - ho visto una macchina ribaltata con attorno gli operatori del 118 e i carabinieri, ma non mi sono fermato».

Ovviamente mai avrebbe potuto immaginare che stessero soccorrendo suo «fratello», come ha sempre chiamato affettuosamente l’amico. Tanto che scrive su Facebook: «Perdonami, fratello mio, se non sono intervenuto: non lo sapevo che in quell’incidente ci fossi di mezzo proprio tu». Fiorino, di origini albanesi come Gjoka, conosceva il ragazzo fin dall’età di 10 anni e i due hanno trascorso numerosi momenti insieme. I ricordi commossi dell’amico di tante avventure si sono focalizzati in particolare sullo sport. Entrambi erano infatti appassionati di muay thai, il pugilato thailandese, e si erano sfidati in questa disciplina più volte.

Intanto, in queste ore, sul social network i commenti degli amici si moltiplicano. Alcuni ricordano la sua passione per la musica rap, e in particolare per le rime dei cantanti italiani. Insieme ad altri ragazzi, aspiranti rapper come lui, Gjoka aveva realizzato alcuni video girati a Treviglio e poi pubblicati su Youtube. «Dicevi sempre che volevi diventare un rapper – ricordano gli amici -, canta ancora lassù per noi». Della sua passione per questo genere musicale ne è dimostrazione anche il suo ultimo post in bacheca: uno dei nuovi video del rapper Eminem.

Roberto Conti

© riproduzione riservata