Domenica 17 Novembre 2013

In edicola la storia di Bergamo

65 anni nelle prime pagine de L’Eco

L’Eco del 1918: l’armistizio

Con la riproduzione dell’edizione «numero 1» dell’«anno 1», si apre il libro «Bergamo in prima pagina, 1880-1945». L’opera, in edicola per i prossimi quaranta giorni, come suggerisce il titolo, ripercorre la storia della città e della provincia attraverso le prime pagine più significative pubblicate tra il 1880 e il 1945.

Il volume sarà seguito da una seconda parte (a maggio, in occasione del 134° compleanno de L’Eco) e che coprirà l’arco temporale dal 1946 al 2014.

«Bergamo in prima pagina, 1880-1945», con le sue 136 pagine arricchite di immagini d’epoca e approfondimenti, non è una semplice raccolta di articoli «ma – commenta Pino Capellini, curatore dell’opera insieme a Emanuele Falchetti – è un ritratto della città e della provincia attraverso gli occhi dei cronisti che ne raccontavano le vicende».

Ci sono voluti mesi di intenso lavoro ai due giornalisti per confezionare quest’opera data la mole di materiale a disposizione. Nella nota introduttiva spiegano l’impresa affrontata, soprattutto per scremare e selezionare: «Un tempo – si legge – ogni indagine del genere veniva effettuata sfogliando un numero infinito di pagine. A noi, per fortuna, è stata evitata questa quasi impossibile fatica grazie al fatto che, in coincidenza con i 120 anni di vita del giornale e con l’introduzione del digitale, si era proceduto alla scansione dell’intera raccolta». Gli autori, inserendo nell’archivio una o due parole, hanno potuto giungere immediatamente ai principali fatti de tempo, dall’arrivo del telefono alla visita di re Umberto I e Vittorio Emanuele III, dalla guerra d’Africa alla nascita dell’Atalanta.

© riproduzione riservata