Venerdì 27 Dicembre 2013

La Protezione civile senza Fir Cb

«Ci finanziano, poi ci escludono»

Il logo della Fir, emergenza radio

Prima ci hanno dato, attraverso la Provincia, qualcosa come 45 mila euro per il mantenimento dei mezzi e degli apparati, ora ci escludono dalla Colonna mobile provinciale della Protezione civile. Lo scrivono in una lettera i volontari della Fir Cb Servizio emergenza radio di Bergamo.

«Dal 1 gennaio 2014 - spiegano in un comunicato - la FIR CB SERVIZIO EMERGENZA RADIO U.O.R. BERGAMO non farà più parte della Colonna Mobile Provinciale di Protezione Civile .

Ovviamente specifichiamo che non si tratta di una nostra volontà ma di una decisione del SETTORE PROTEZIONE CIVILE DI PROVINCIA BERGAMO che ancor oggi rimane inspiegabile, visti i risultati sul piano operativo, e che è giunta come un fulmine a ciel sereno lasciando profondo sgomento in tutti noi».

«Dal 2010 infatti - proseguono i volontari - era in atto un protocollo operativo per la gestione delle telecomunicazioni nella Colonna mobile con Provincia Bergamo , e che dal punto di vista operativo tutti e ribadiamo tutti i nostri compiti sono stati svolti con devozione e impegno da tutto il nostro personale ,anche da quella aliquota che ad oggi non fa più parte della nostra organizzazione.

Prendiamo atto di questa decisione, che tuttavia non condividiamo visti anche gli investimenti economici di Provincia Bergamo ,l’impegno ,il tempo e la professionalità che sono stati da noi profusi .

Ci dispiace costatare ancora una volta che sia la specializzazione che la professionalità e il saper fare in un attimo vengono messi da parte per questo cambiamento di rotta tra l’altro non motivato come ribadiamo, ne da screzi con l’ente ne da problemi “operativi “.

Informiamo comunque che la nostra attività continua. Non sarà certamente il non fare parte di questa aliquota che ci ferma ....certo questa cosa ci fà riflettere perchè in un attimo tante cose possono cambiare ...forse in peggio.... forse in meglio questo lo vedremo .

Rimaniamo comunque a disposizione di tutte le associazioni e gruppi comunali ed intercomunali di P.C per perseguire insieme progetti attinenti al comparto telecomunicazioni sulla Provincia di Bergamo».

In allegato un documento che illustra il punto di vista dell’associazione e che contiene anche una proposta operativa per il futuro.

© riproduzione riservata