Martedì 03 Dicembre 2013

La Valle Serina divisa in due

Algua: crolla sperone roccioso

La frana in Val Serina

La Valle Serina è divisa in due dalle ore 22 di lunedì 2 dicembre, ovvero da quando uno sperone roccioso, si parla di circa 2.000 metri cubi di materiale, è crollato sulla strada provinciale 27, tra Algua e Serina, poco a valle della località Rosolo, danneggiando in modo irreparabile il ponte sul torrente Serina. Sotto il ponte passava la fibra ottica che è stata tranciata e a Serina e Cornalba i telefoni fissi, ancora nel pomeriggio di martedì, non funzionavano.

Per fortuna, al momento della frana, non transitava nessuno. Sono stati alcuni automobilisti di passaggio a notare che stava franando qualcosa e a dare l’allarme prima che venisse giù tutto lo sperone. Probabilmente il crollo è dovuto al ghiaccio formatosi nelle fessure della roccia.

Sul posto sono intervenuti i tecnici della Provincia, della Regione Lombardia e i vigili del fuoco di Zogno. Si prospettano tempi lunghi per la messa in sicurezza: il ponte dovrà essere demolito e ricostruito, probabilmente non prima della prossima primavera, quando temperature più miti consentiranno le gettate di cemento armato. I due versanti della Val Serina in questi mesi resteranno quindi separati. Restano comunque i collegamenti alternativi che consentono di arrivare a Serina o Oltre il Colle, ma le circa 4.000 persone che risiedono nei paesi a monte della frana dovranno percorrere qualche chilometro in più.

Da Algua per arrivare a Serina e Oltre il Colle si può passare da Costa Serina e Cornalba (la deviazione più veloce e comoda) est oppure da Bracca e Frerola di Algua a ovest. Martedì 3 dicembre i primi sopralluoghi di Provincia e Regione. Già da domani i primi interventi di bonifica della frana. Ma i tempi lunghi riguarderanno soprattutto la ricostruzione del ponte.

Su L’Eco di Bergamo del 4 dicembre una pagina di approfondimento

© riproduzione riservata