Giovedì 20 Febbraio 2014

Ladri in fuga, si gettano nell’Adda

Arrestati i due ricercati di gennaio

Auto dei carabinieri di notte a Canonica D'Adda
(Foto by Cesni Foto)

Scene da guardie e ladri lo scorso gennaio fra Canonica d’Adda e Vaprio: lungo le rive del fiume Adda i carabinieri, coadiuvati dai vigili del fuoco, erano stati impegnati per ore il 23 gennaio nella caccia a cinque ladri di nazionalità albanese.

I malviventi, a bordo di una Audi A4 risultata rubata, stavano imboccando il ponte sull’Adda dalla sponda milanese quando si sono accorti che su quella bergamasca c’era un’auto dei carabinieri pronta a bloccarli. A quel punto hanno inchiodato e quattro di loro, incuranti della temperatura esterna e di quella dell’acqua, si sono tuffati nel fiume dal parapetto che ha una altezza di circa cinque metri. Il quinto invece è riuscito a fuggire in direzione del centro del paese. E quest’ultimo era uno dei due che, al momento, mancava all’appello insieme a uno dei quattro gettatisi nel fiume. Gli altri tre, invece, erano stati tutti quanti arrestati dopo essere stati scovati mentre si nascondevano nell’acqua.

La vicenda risale allo scorso 23 gennaio, in serata, quando l’Audi A4 con a bordo i ladri era stata intercettata nel Milanese. L’auto era già nota ai carabinieri perché ne era stato denunciato il furto e in più perché era stata avvistata in zone residenziali dove erano stati commessi furti in abitazione. Individuati i due che mancavano all’appello, i carabinieri li hanno arrestati a Treviglio: hanno 24 anni e sono accusati di diversi furti avvenuti nella zona di Cornate d’Adda, ma anche Filago e Cologno. Per loro la custodia cautelare in carcere.

© riproduzione riservata