Giovedì 10 Aprile 2014

Le lettera: «La posta degli altri

Quanti errori nella cassetta»

Una cassetta della posta

«Siamo in tempi di crisi e non sono questi i grossi problemi da risolvere anche se è un fatto che colpisce molti di noi. Avete mai considerato quanta corrispondenza vi siete ritrovati nella vostra cassetta ma che era indirizzata ad altri?»

«Oggi per l’ennesima volta, ecco che nella mia cassetta mi ritrovo una comunicazione dell’Asl al mio indirizzo ma con nome e cognome molto differenti. Il servizio è di Poste Italiane, mi domando se in questi casi non sarebbe opportuno che il postino la riporti indietro cosi che si possa avviare una ricerca e soluzione per questo destinatario che magari è in ansia e in attesa di una convocazione o altro».

«Da parte di Tnt invece mi ritrovo due belle fatture di Energia intestate ad altri (oltre alla mia purtroppo), con medesima via ma con numero civico ben leggibile ma diverso. È ovvio che, così come ho fatto molte altre volte, le ho consegnato al mio vicino di casa ma mi sono chiesto: e se io con il vicino non avessi buoni rapporti? Potrei ad esempio a aprirla oppure cestinarla».

«Poco male, forse è un argomento antico e poco degno di essere messo in evidenza ma mi piacerebbe che faceste un sondaggio per verificare a quante persone capitano questi disguidi figli della poca responsabilità di chi smista la posta, certo quando si tratta di riempire la cassetta di pubblicità sono più precisi».

Lettera firmata

© riproduzione riservata