Venerdì 14 Febbraio 2014

Nanga Parbat, niente da fare

Moro rientrato al campo base

Da destra Simone Moro in tenda al campo base del Nanga Parbat con Emilio Previtali (primissimo piano) e David Goettler

Niente da fare al Nanga. Simone Moro e David Goettler sono di nuovo al campo base. Anche il secondo tentativo alla cima si è concluso con un dietrofront. «Troppo freddo e brutto tempo in arrivo», annuncia via Twitter Emilio Previtali che segue i compagni dal campo base.

«In fondo - aggiunge - le previsioni erano corrette, ma non esattamente ciò che ci aspettavamo». La finestra meteo annunciata da Karl Gabl avrebbe dovuto garantire la giornata migliore oggi con vento moderato e temperature accettabili. Invece, come spesso capita, è bastato un niente a cambiare le carte in tavola: arrivati a campo 3, quota 6.700, Simone e David - che avevano trascorso la notte al campo intermedio nella tenda dei polacchi, l’altro team impegnato nel tentativo invernale sul versante Rupal del Nanga -, hanno valutato la situazione e deciso di rientrare. Gli stessi polacchi, il giorno precedente, erano stati costretti a rinunciare.

E. F.

© riproduzione riservata