Quattro salti nell’ex Diurno? Si potrebbe farci una discoteca...

Quattro salti nell’ex Diurno?
Si potrebbe farci una discoteca...

Quattro salti in piazza Dante? Facciamo sotto. Perché per il Diurno, notevole spazio che si sviluppa sotto la piazza c’è chi lancia un’idea, provocatoria ma nemmeno tanto: facciamoci una discoteca.

Il tema del rilancio e della rivitalizzazione del centro è di quelli decisamente caldi e interessanti. Per tutto lo scorso fine settimana è stata al centro dell’attenzione de L’Eco Cafè che si è posizionato proprio lungo il Sentierone in occasione dei Mercatanti per tastare il polso della situazione e raccogliendo interessanti contributi e pareri sul futuro del centro.

L’interno dell’ex Diurno in una foto di una decina d’anni fa

L’interno dell’ex Diurno in una foto di una decina d’anni fa
(Foto by Beppe Bedolis)

La proposta apparsa sul blog Calepio Press merita attenzione, perché dà uno sguardo nuovo e comunque originale alla questione. E fa discutere, insomma.  L’ex Diurno è chiuso e abbandonato da decenni, uno spazio che in pochi hanno visto ma che molti ricordano. «Oggi abbiamo un fenomeno di desertificazione del Sentierone. Le principali attività commerciali e non dell’area sono chiuse o in chiusura (tribunale, ristorante Ciao, bar Balzer, e altri negozi storici come Pagano) e la sera non esiste un posto dove bere un caffè» si legge. «Si parla di ristrutturare il Donizetti, ci si chiede cosa fare del Diurno (scartata l’idea del parcheggio) se e come riaprirlo».

L’interno dell’ex Diurno

L’interno dell’ex Diurno
(Foto by Beppe Bedolis)

«È evidente che se si vuole dare funzione e senso di centralità occorrerebbe: tenere in vita i locali storici: Il Nazionale è stato rifatto a nuovo ed è un locale-design senza storia, il Balzer pare chiuda senza cedere il marchio, e dunque se riaprirà non riaprirà come Balzer. Cogliere l’occasione dell’uscita del Ciao, marchio tipico da non-luoghi, per aprire un ristorante o trattoria vera, bg foods» prosegue l’articolo.

Il Balzer

Il Balzer
(Foto by Beppe Bedolis)

Ma soprattutto: «Nell’ex diurno, realizzare la discoteca di Bergamo centro, magari comunale, civica, la discoteca della città, come controcanto del Donizetti: qui la lirica e la borghesia matusa, là la techno e “i giovani”» Rigorosamente tra virgolette: perché molti giovani sono interessati, fortunatamente, anche alle proposte del Donizetti, come conferma il recente successo delle prove della Tosca, riservate agli under 30. « A far da connessione il Quadriportico con un bar matusa, un bar movida e al posto del Ciao un Bg ristorante expo-strategico cucina Bg in ambiente moderno e prezzi pop».

L’ingresso dell’ex Diurno in piazza Dante

L’ingresso dell’ex Diurno in piazza Dante
(Foto by Beppe Bedolis)

«La discoteca del centro è la vera soluzione al problema di rivitalizzare l’area, si evitano i problemi guida-alcool, non si disturba nessuno (nessun residente nell’area) e si abituano i ragazzi a venire in centro, magari in bicicletta» conclude l’autore. Che lancia anche un possibile nome per il locale: «Purgatorio». Essendo sotto piazza Dante...


© RIPRODUZIONE RISERVATA