Giovedì 27 Febbraio 2014

Ranzanico, preso ladro in villa

Furto commissionato dall’amico

Controlli dei carabinieri della compagnia di Clusone

Ha aspettato che un suo facoltoso amico andasse via qualche giorno e poi ha assoldato quattro scagnozzi per entrargli in casa e rubargli la cassaforte. Ma i rumori nel cuore della notte hanno insospettito i vicini che hanno dato l’allarme: mentre tre ladri sono riusciti a fuggire, uno di loro è stato fermato dai carabinieri e, stando alle sue prime dichiarazioni, la «mente» del colpo era proprio uno stretto amico della vittima.

Per questo cinque persone in tutto sono state denunciate a piede libero mentre la refurtiva è stata presa in consegna dalle forze dell’ordine e verrà restituita al legittimo proprietario quando rientrerà dall’estero.

Il tutto è avvenuto l’altra notte verso le 3: quando i carabinieri sono arrivati a Ranzanico hanno trovato quattro ladri impegnati a portare via la cassaforte dell’abitazione presa di mira: la stavano caricando su un’Audi Q5 (un suv risultato poi rubato) ma quando hanno visto le luci delle sirene dei carabinieri si sono dati alla fuga.

Tre di loro si sono gettati nei campi e nei prati, riuscendo a fuggire. Uno invece è stato bloccato: si tratta di un cittadino originario del Marocco residente sul lago d’Endine. Stando alla sua versione dei fatti, stavano eseguendo un furto su commissione, ordinato proprio da un amico della vittima, tanto intimo da sapere dell’esistenza della cassaforte.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo di giovedì 27 febbraio

© riproduzione riservata