Mercoledì 25 Giugno 2014

Rifiuti radioattivi, scatta l’allarme

L’ipotesi: abbandono abusivo

Un valore di radioattività «anomalo» oltre i limiti di soglia è stato rilevato nei rifiuti del centro commerciale «La Francesca». La società A2A Ambiente ha informato il Comune di Verdello e la Geco srl, la società incaricata del ritiro della immondizia nel paese, dopo aver trovato sostanze radioattive nel carico di Rsu non differenziati (rifiuti solidi urbani gettati nel cosiddetto sacco grigio) giunti mercoledì scorso ai suoi impianti a Bergamo.

I sacchi in questione provenivano, come riportato da A2a, proprio dal centro commerciale «La Francesca» .

Il carico anomalo, come prevedono le procedure della compagnia, è stato trattenuto nell’area impianti, in una zona appositamente presidiata per consentirne la sorveglianza radiometrica. In base alla tipologia di radiazioni rilevate, è stato possibile individuare quale fosse l’elemento radioattivo: si tratta del tecnezio.

Di cosa si tratta? È un elemento utilizzato nel campo medico e precisamente in test di radiodiagnostica come ad esempio la scintigrafia. Che cosa fosse l’oggetto fisico che conteneva tecnezio e da cui provenivano le radiazioni non è possibile saperlo. A quanto riferito dall’A2a, il giorno dopo la sua rilevazione la radioattività era già, fortunatamente, decaduta. Non c’era, quindi, più nessuna traccia da seguire per risalire alla sua fonte. Un abbandono abusivo? Immagini al vaglio.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 25 giugno

© riproduzione riservata