Mercoledì 09 Aprile 2014

Scippata un’altra pendolare

Treni bergamaschi, nuovo allarme

Un tentativo di scippo in una foto d’archivio

Ha approfittato del trambusto che c’era in quel momento sulla banchina della stazione ferroviaria Centrale di Treviglio per strappare lo zaino a una passeggera e scappare sul treno pochi istanti dopo che si chiudessero le porte del convoglio diretto a Brescia.

Un altro episodio di criminalità – l’ennesimo negli ultimi mesi – che vede come teatro il principale scalo ferroviario trevigliese si è verificato nel pomeriggio di lunedì. Attorno alle 15,30 è giunto infatti alla fermata di Treviglio Centrale uno dei treni della tratta Milano-Venezia. Dal convoglio sono scese decine di passeggeri. Il malvivente si era probabilmente appostato nella zona per individuare la vittima designata. Poi ha agito nel giro di qualche istante, tra l’altro attendendo la partenza del treno, che è poi riuscito a prendere al volo.

Vittima dello scippo una ragazza di 28 anni di Trescore Cremasco. La giovane ha avuto soltanto il tempo di capire quello che le stava accadendo che lo scippatore già si era dileguato sul convoglio che stava partendo. Il tutto tra gli altri pendolari, stupiti per quanto accaduto. Impossibile, a quel punto, fermare il treno che stava ripartendo.

La giovane pendolare ha però immediatamente dato l’allarme: ha prima avvertito la Polfer e poi si è recata a sporgere denuncia dell’aggressione subita al commissariato di polizia di piazza del Popolo. Non è comunque rimasta ferita. Il bottino dello scippo ammonta appunto allo zainetto e al suo contenuto: si tratta in realtà di poche decine di euro, del portafogli contenente anche i documenti personali della giovane – la carta d’identità e la patente di guida –, oltre al suo telefono cellulare.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 9 aprile

© riproduzione riservata