Martedì 20 Aprile 2010

La Metalmec scende in acqua
con barche in alluminio AluYacht

Dopo vent'anni di attività, la Metalmec di Mapello scende ora in campo nel settore della nautica, realizzando le barche in alluminio AluYacht, nate dalla passione del fondatore Luca Benigni per la vela e dal suo desiderio di costruire imbarcazioni allestite per le grandi rotte oceaniche. Il debutto con AY480, un cutter di 14 m, interamente realizzato in alluminio su progetto di Davide Zerbinati, l'ideale per cimentarsi in lunghe crociere senza bisogno di equipaggio e in tutta sicurezza.

Raggiunge una velocità media di crociera di 7/8 nodi ed è già allestita per accogliere grandi carichi. Facile da guidare e da gestire, ha minime esigenze di manutenzione per consentire al proprietario di assaporare in prima persona il piacere della navigazione. La barca è adatta anche a un navigatore solitario: è totalmente gestibile dal pozzetto e consente ogni tipo di manovra lontana dall'albero. Inoltre assicura un'estrema affidabilità, con pinna integrata monoscocca e timone sospeso. La struttura con doppio fondo a camere stagne garantisce di evitare l'affondamento anche in caso di gravi danni allo scafo. Funzionalità e sicurezza non precludono comfort e stile. Sotto coperta sono state ricavate due ampie cabine per ospitare fino a quattro persone. Gli interni sono spaziosi e arredati secondo le più moderne soluzioni di design. Tutti gli elementi tecnici e gli impianti sono progettati e disposti per permettere interventi comodi senza richiedere smontaggi di componenti in legno e parti d'arredo.

Le barche AluYacht esaltano le caratteristiche dell'alluminio in campo nautico che le rendono più funzionali e più competitive rispetto alle soluzioni in vetroresina per le lunghe traversate oceaniche. Il guscio dello scafo è robusto e affidabile, capace di resistere ad urti violenti senza provocare rotture e falle. Ma anche in caso di eventuali danni la barca può essere agevolmente riparata in qualunque parte del mondo. La bassa densità del materiale e il fatto di essere già allestita per grandi carichi la rendono più leggera di una scafo in vetroresina. Altre caratteristiche sono la flessibilità e la personalizzazione: grazie all'alluminio una barca può diventare veramente come la desidera il committente e allo stesso tempo mantenere un'accessibilità di costi che, a conti fatti, la rende competitiva rispetto a qualsiasi altro prodotto sul mercato.

Fondata da Luca Benigni a Mapello nel 1991, Metalmec opera nel settore delle costruzioni speciali in alluminio. Secondo produttore italiano di rampe da carico in alluminio, è tra le quattro aziende leader del settore sul mercato europeo.

e.roncalli

© riproduzione riservata