Giovedì 29 Aprile 2010

Intesa Confindustria-sindacati
Meno ore, ma lavoro per tutti

Nella sede della Confindustria è stato firmato tra i vertici dell'Associazione imprenditori e le segreterie provinciali Cgil, Cisl e Uil l'accordo per il contratto di solidarietà e più in generale per instaurare una maggiore coesione sociale. Il estrema sintesi, orario ridotto, ma lavoro per tutti, in una fase così delicata per l'economia mondiale, italiana e naturalmente anche bergamasca.

Si tratta di un accordo quadro e dunque dovrà essere ratificato, caso per caso, dalle varie realtà in gioco. La Confindustria ha garantito che coinvolgerà nel progetto tutte le sue aziende, a meno che queste ultime non abbiano problemi strutturali e dimensionali davvero gravi e siano dunque impossibilitate ad aderire, mentre i sindacati ne parleranno con le rappresentanze territoriali dei sindacati stessi.

L'accordo quadro, oltre a realizzare una maggiore coesione sociale, vuole anche essere una speranza per il futuro e in primis vuole salvaguardare la professionalità dei lavoratori che detengono un patrimonio da salvaguardare, sia per se stessi, sia per le aziende in cui lavorano da molti anni.

Nel testo siglato si legge che «le parti intendono sviluppare e favorire, compatibilmente con le specifiche situazioni aziendali ed i vincoli normativi, l'applicazione dei Contratti di solidarietà difensivi considerandoli strumenti utili e importanti per tutelare e mantenere il patrimonio umano e professionale presente nelle imprese coinvolte dalla crisi economica. Le parti concordano di costituire una commissione paritetica al fine di monitorare il livello di applicazione dei Contratti di solidarietà nelle imprese industriali e di agevolarne l'utilizzo…».

Dopo la firma Luigi Bresciani, segretario generale provinciale della Cgil di Bergamo, ha commentato: «Il dato politico importante dell'avviso comune che abbiamo firmato oggi è che, finalmente, si superano le ‘timidezze' e le ‘resistenze' che Confindustria di Bergamo ha avuto fino ad ora con nell'utilizzo di questo strumento tanto prezioso per la tenuta dell'occupazione. L'avviso comune contiene anche un chiaro impegno degli industriali alla promozione dell'utilizzo dei Contratti di solidarietà nelle aziende associate, anche attraverso la diffusione di una scheda tecnica con tutte le novità legislative in materia e con evidenziati i benefici che possono trarre sia i lavoratori che i datori di lavoro».
Leggi nel link il testo integrale dell'accordo

m.sanfilippo

© riproduzione riservata