Venerdì 02 Marzo 2012

Sacbo, il CdA approva il bilancio
Ricavi in crescita dell'8,26%

Il Consiglio di Amministrazione di Sacbo ha approvato il progetto di bilancio relativo all'esercizio 2011 che sarà sottoposto alla prossima assemblea degli azionisti prevista in prima convocazione il 24 aprile e in seconda convocazione il giorno 10 maggio.

L'attività svolta da Sacbo ha generato ricavi per 100,567 milioni, in crescita di 7,671 milioni rispetto all'esercizio precedente (+8,26 %) chiuso con ricavi per 92,899 milioni. A tale incremento hanno contribuito sia i risultati della gestione tipicamente aeronautica (+7,08 % rispetto al 2010, pari a 4.796.907), sia quelli relativi alle attività commerciali non aviation (+10,2 %, corrispondente a 2.873.896). Il margine operativo lordo è risultato pari a 29,804 contro i 27,323 milioni del 2010, corrispondente al 29,63 % del totale dei ricavi.

Ammortamenti e accantonamenti passano da 9,691 (pari al 10,4%) a 13,8 milioni (13,7%). Le componenti straordinarie e finanziarie passano da 1,303 a 1,082 milioni. Il risultato ante imposte è di 17,085 milioni contro i 18,934 del 2010. Il risultato operativo è pari a 16,003 milioni, corrispondente al 15,91 % dei ricavi, rispetto a 17,631 dell'esercizio precedente. Al netto delle imposte di competenza per 6,450 milioni, nel 2011 Sacbo ha conseguito un utile di esercizio di 10,636 milioni (in diminuzione rispetto ai 12,271 milioni dell'esercizio precedente), che il Consiglio di Amministrazione propone di destinare nella misura di 2.976.750,00 a titolo di dividendo e il restante a riserva straordinaria, in considerazione degli investimenti previsti per il 2012 e anni successivi.

Nell'esaminare il bilancio di esercizio 2011, il presidente di Sacbo, Miro Radici, ha espresso soddisfazione, pienamente condivisa dal Consiglio di Amministrazione, per i risultati raggiunti, avvalorati dal contesto in cui sono maturati, caratterizzato da congiuntura economica e crisi recessiva. I dati di bilancio confermano la capacità di consolidare la posizione raggiunta nel panorama degli aeroporti di rilevanza internazionale e l'efficacia dell'azione svolta dalla società di gestione aeroportuale per garantire elevati livelli di qualità dei servizi e di efficienza operativa, che si riflettono nella crescita del movimento passeggeri, in misura del 9,7% su base annua, per un volume complessivo di 8.419.948.

Nonostante il trend positivo in atto nel mese di gennaio 2012, che farebbe propendere per un moderato ottimismo, in considerazione dei segnali di rallentamento, il quadro macroeconomico generale induce prospettive più caute e conservative.

Sotto l'aspetto infrastrutturale, l'ing. Miro Radici ha ricordato il recente avvio delle procedure di gara per l'affidamento dei lavori di rifacimento della pista di volo.

a.ceresoli

© riproduzione riservata