Mercoledì 14 Marzo 2012

L'acqua minerale «Bracca»
rende omaggio a Carlo Ceresa

Otto milioni di bottiglie d'acque con un'etichetta personalizzata, ispirata al genio di Carlo Ceresa. È questo il modo scelto dal Gruppo Bracca, azienda bergamasca leader nella produzione di acque minerali, per rendere omaggio al più importante artista bergamasco del Seicento e all'itinerario artistico in suo onore, allestito al Museo Bernareggi e alla Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo.

Un'etichetta studiata appositamente per questo grande evento, che porterà il fascino dell'arte pittorica del maestro bergamasco in tutta Italia e in altre parti del mondo come Svizzera, Germania, Canada ed estremo oriente, aree dove si concentra l'attività export del gruppo Bracca. L'etichetta riporta i dettagli della mostra, come le sedi, la durata e la pagina web di riferimento, riprendendo l'immagine coordinata dell'evento.

Riproducendo due ritratti del Ceresa, tra cui quello utilizzato come simbolo della mostra: il Ritratto di Gentiluomo e l'Angelo Annunciante, con i loro colori forti e quegli sguardi profondi e penetranti, acutamente indagati, capaci di ammaliare l'osservatore, che hanno reso il pittore bergamasco uno dei più grandi artisti italiani dell'epoca pre-barocca. L'idea nasce all'interno di un progetto più ampio di partnership con i musei storici di Bergamo, che si è sostanziato anche in una significativa attività di sponsorizzazione di una mostra unica, che ripercorre in 100 opere enigmatiche tutti i temi esplorati dal maestro bergamasco, dal ritratto alla pittura di soggetti sacri.

“Il Gruppo Bracca riconosce l'appartenenza al territorio quale valore fondante della filosofia aziendale. Per questo abbiamo deciso di sostenere questo evento così rappresentativo dell'arte di Carlo Ceresa, artista nativo di San Giovanni Bianco, paese a pochi chilometri dalla sede della nostra azienda in Val Brembana – ha commentato Luca Bordogna, Amministratore Delegato del Gruppo Bracca -. Le etichette in suo onore intendono rendere omaggio alle sue opere e far conoscere l'artista bergamasco in tutto il mondo”.

La mostra è visitabile fino al 24 giugno. Informazioni e prenotazioni al sito www.mostraceresa.it.

a.ceresoli

© riproduzione riservata