Dalla Gran Bretagna a Martinengo
La Rocca va al Pitti con Jeff Griffin

A Firenze per la prima volta con il marchio Jeff Griffin di cui è produttore e licenziatario.Cresce «Serio», griffe di proprietà dell’azienda

Dalla Gran Bretagna a Martinengo La Rocca va al Pitti con Jeff Griffin
1FLavio Forlani con un capo Griffin; 2 Una giacca della nuova collezione di Jeff Griffin; 3. Un capo Serio, marchio dell’azienda La Rocca di Martinengo

Per La Rocca di Martinengo quello del 13 gennaio sarà il primo Pitti Immagine, e la manifestazione di Firenze arriverà dopo il British Fashion Council di Londra e prima del Men di Parigi, altre due iniziative fieristiche legate al mondo della moda maschile.

Scelte strategiche per l’azienda di Flavio Forlani che spinge sul marchio inglese che produce e che ha in licenza da ormai un anno: Jeff Griffin. Il brand britannico, è già noto in Nord Europa e nell’Est asiatico, è collegato al suo creatore che gli dà il nome, stilista eclettico originario del Devon e di fama internazionale anche per le sue collaborazioni negli anni passati con brand mondiali, da Kenzo a Converse, da Hugo Boss a Mandarina Duck.

Ora La Rocca, che è licenziataria mondiale di Griffin, presenta la nuova collezione autunno/inverno, prodotta proprio nella Bassa Bergamasca: «Made in Italy nella realizzazione, filosofia anglosassone nello stile, considerando che Jeff ha un gusto molto nordico e cosmopolita nell’intendere i suoi capi» spiega Forlani. Uno stile sportswear quello di Griffin, che è poi la forza de La Rocca, azienda di famiglia nata nel 1959 con la produzione di impermeabili e finita per realizzare per conto terzi linee outdoor dai materiali e dalle lavorazioni altamente tecnologiche. «Continua e si rafforza la nostra attività per Armani, e in particolare per il suo marchio EA7, così come per la casa di moda Fendi: per questo brand da questa stagione ci occupiamo anche della linea sportiva uomo».

Con anche un altro progetto stilistico che proprio in febbraio vedrà la sua evoluzione: «Con il designer Moreno Ferrari abbiamo dato vista a Serio, marchio di moda uomo: dopo un primo capospalla che è stato presentato in Triennale due anni fa, molto acclamato per la sua filosofia urbana, per i dettagli in carbonio e la mancanza di cuciture a vista nel suo stile contemporaneo – spiega ancora Flavio Forlani -, ora il lancio di una vera e propria collezione con 5 modelli uomo, dove presentiamo anche una field jacket e la rivisitazione dell’impermeabile classico, una sorta di ritorno alle origini per questa azienda che ha appena compiuto 55 anni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA