Venerdì 22 Novembre 2013

Master in Eco mobility management

Bergamaschi i primi 4 diplomati alla Luiss

Da sinistra: Andrea Bosio, Fabio Cattaneo, Michele Milesi, Luca Noris

I dipendenti e collaboratori della FCS Mobility hanno conseguito questa mattina il diploma di Master in Eco Mobility Management (MEM) dell’Università LUISS, il primo percorso formativo europeo dedicato al management dell’Eco mobility

Da Bergamo a Roma per 9 mesi di lezioni, oltre 300 ore di formazione, una collaborazione con 6 atenei italiani, un confronto con 24 docenti, 26 testimonianze di top manager e 12 di primari enti pubblici e privati, 8 case automobilistiche, 1 Hybrid & electric training day a Bergamo, in occasione della Settimana Europea della Mobilità: sono questi i numeri che compongono l’importante traguardo raggiunto da Fabio Cattaneo, Andrea Bosio, Michele Milesi e Luca Noris della FCS Mobility, innovativa start up bergamasca leader a livello nazionale nel campo della mobilità sostenibile.

Fabio Cattaneo, ideatore e titolare della FCS, Andrea Bosio, responsabile commerciale, Michele Milesi, responsabile tecnico, e Luca Noris, responsabile tecnico sicurezza, sono i primi 4 bergamaschi ad avere intrapreso un percorso teorico/pratico che ha spaziato dal sociale all’economia, dal management all’ingegneria, dal marketing alla comunicazione. Senza dimenticare le ‘prove su strada’ con i corsi di guida ecologia tenuti da istruttori ACI.

Alla presenza dell’Assessore ai Trasporti del Comune di Roma, Guido Improta, di Claudio Lubatti, Assessore alla Mobilità del Comune di Torino in rappresentanza anche dell’ANCI, dell’ Arch. Giovanna Rossi, Responsabile della Mobilità Sostenibile del Ministero dell’Ambiente, ma anche dei rappresentanti delle aziende sponsor e partner del Master come la Toyota Italia, la LOWE Pirella, l’Unione Radiotaxi d’Italia, sono stati consegnati 2 diplomi di fine corso: quello della LUISS Business School, che attesta il Master di II livello, ed uno specifico della Comunità Europea nell’ Ambito del progetto ‘Intelligent Energy’, che fa riferimento al modulo didattico “City Logistic & Marketing Management”. Questo modulo formativo rappresenta una prima assoluta nel campo della formazione in Italia, poiché definisce le linee guida dei percorsi professionalizzanti dedicati al tema del trasporto merci urbano nell’ultimo miglio e delle Smart City.

La cerimonia di consegna dei diplomi è stata preceduta dalla presentazione dei due Project Work di fine corso realizzati dagli studenti: Servizi urbani di mobilità intermodale merci per l’E-commerce, modello sperimentale dedicato alla mobilità urbana delle merci generate dall’ E-commerce; Green Security Services, modello virtuoso per preservare, gestire e controllare il verde pubblico urbano

«Desidero esprimere – ha sottolineato Giorgio Bonassoli, Assessore alle Attività Produttive e Turismo della Provincia di Bergamo - il mio più cordiale saluto ai partecipanti sicuro che, proprio grazie a quanto appreso, potranno contribuire allo sviluppo di un futuro migliore. In particolar modo desidero congratularmi con i miei concittadini di FCS Mobility con i quali la Provincia di Bergamo ha da tempo intrapreso un proficuo dialogo e condiviso iniziative specifiche come l’evento 2BG GREEN” che è stato un importante momento di riflessione e propositività in una tematica così sentita come è la mobilità ecologica».

La Green Economy rappresenta il futuro e FCS ci crede: per questo ha deciso di investire nella formazione di 4 suoi dipendenti e collaboratori, che hanno studiato, analizzato e osservato nel dettaglio Ambiente, Tecnologia, Smart Cities, Logistica delle merci, progettazione finanziaria e budget. FCS Mobility è una SMART COMPANY che fonda la sua attività su una conoscenza più che ventennale della tecnologia elettrica, al punto che oggi pianifica, realizza e implementa soluzioni a 360° per le SMART CITIES nel settore pubblico e privato. Nel 2012 FCS ha interamente sviluppato e progettato per la cooperativa RadioTaxi 3570 un innovativo impianto fotovoltaico con ricarica delle auto elettriche, primo in Europa per l’integrazione tecnologica di «struttura-fotovoltaico-ricarica auto».

© riproduzione riservata