Lunedì 20 Gennaio 2014

Mondo imprenditoriale in lutto

È morto l’ing. Giancarlo Pesenti

L’ing. Giancarlo Pesenti

Il mondo imprenditoriale bergamasco è in lutto. È morto l’ing. Giancarlo Pesenti: a marzo avrebbe compiuto 89 anni. Dirigente della Magrini, imprenditore nel settore delle macchine per la distribuzione di bevande, è stato a lungo consulente per la formazione di Confindustria Bergamo.

Giancarlo Pesenti abitava a Bergamo ma è stato anche legato all’amministrazione locale di Treviolo dove aveva la casa di famiglia: lascia nel dolore la moglie Carla e le tre figlie. Il 7 gennaio era stato ricoverato in ospedale per un problema cardiaco. I medici hanno tentato varie soluzioni, purtroppo senza successo.

Dopo aver ricoperto il ruolo di dirigente alla Magrini, l’ing. Pesenti aveva scelto di dedicarsi alla carriera di imprenditore, fondando con i fratelli Taddei la Imd, azienda che si era specializzata nelle macchine per la distribuzione automatica di bevande, poi ceduta alla Zanussi.

In seguito si era impegnato in un progetto per le macchine da caffè per i bar. Con grande impegno, per Confindustria Bergamo di cui è stato a lungo consulente fra gli anni ’80 e ’90, si era concentrato sul campo della formazione, ricoprendo anche il ruolo di direttore della scuola di via Pignolo. Già in pensione, aveva proseguito questo impegno fino a un paio d’anni fa nel centro di formazione della Valle Seriana.

Giancarlo Pesenti è stato anche presidente di Litostampa e stretto collaboratore dell’Istituto per il sostentamento del clero.

© riproduzione riservata