Tragedia familiare a Bonate Sopra 39enne uccide la madre a coltellate
Il luogo del delitto a Bonate Sopra (Foto by Ansa)

Tragedia familiare a Bonate Sopra
39enne uccide la madre a coltellate

L’allarme è scattato alle 21.20 di martedì 19 maggio da un’abitazione di via Lesina.

Un’altra tragedia familiare si è consumata nella nostra provincia dopo quella avvenuta a Dalmine lo scorso 15 maggio.

A Bonate Sopra verso le 21.20 di martedì 19 maggio, i carabinieri sono accorsi in via Lesina insieme a due ambulanze a un’auto medica per una tragica aggressione avvenuta tra le mura domestiche.

Un uomo di 39 anni ha ucciso la madre di 66 anni a coltellate. La vittima si chiamava Gian Paola Previtali, la donna era rimasta vedova due anni fa dopo la morte del marito Gianni Villa, impresario. Il figlio, accusato di omicidio, si chiama Francesco, è magazziniere in una ditta del Milanese. L’uomo abita in paese, in via Piave, ma da quando si era separato dalla moglie era andava spesso dalla madre a cena per farle compagnia.

Nella serata di martedì una discussione tra i due è degenerata in una violenta lite. Il 39enne ha preso un coltello da cucina e ha ferito a morte la donna. Forse resosi conto di quello che aveva fatto Francesco ha poi tentato di togliersi la vita con lo stesso coltello. Le ferite che si è procurato non sono gravi. Per lui è scattato il fermo che ora dovrà essere convalidato dal gip. I carabinieri del reparto investigativo di Bergamo stanno cercando di risalire alle motivazioni del tragico gesto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA