Giovedì 20 Marzo 2014

«Il calcio malato»

Moroni indaga

La copertina del libro di Gabriele Moroni

All’inizio del 2011 un autentico tsunami sconvolge il mondo del calcio. Un’inchiesta della Procura di Cremona svela l’esistenza e l’attività di un sodalizio che manipola i risultati delle partite di calcio per poi lucrare su scommesse sicure.

Con il trascorrere del tempo e il procedere delle indagini, emergono sempre più evidenti i contorni di un’organizzazione ramificata in un’incredibile dimensione transnazionale, con agenti in ogni Paese.

Ad alimentarla, il denaro che proviene dai “signori” delle scommesse, personaggi ancora in buona parte sconosciuti che vivono a Singapore e che in Italia hanno la loro longa manus nel gruppo degli “zingari”.

All’inchiesta di Cremona, si affiancano quelle delle Procure di Bari e Napoli e della giustizia sportiva. Nella galassia degli indagati affiorano i nomi di idoli degli stadi come Beppe Signori, Cristiano Doni, Stefano Mauri. Un colossale business. Una ferita dolorosa, un tradimento per quanti amano lo sport del pallone.

Tutto ciò e altro ancora, oltre a una intervista esclusiva al giudice Guido Salvini , nel nuovo libro del giornalista Gabriele Moroni, milanese di Parabiago, inviato speciale de Il Giorno, dal titolo «Il calcio malato» edito da Mursia.

Gabriele Moroni

Il calcio malato. Indagini e segreti del racket delle scommesse

Mursia Editore

pp. 122 euro 10

© riproduzione riservata