Domenica 03 Gennaio 2010

Atalanta contestata a Trezzo (1-1)
Conte a colloquio con gli ultrà

Si è conclusa con un risultato abbastanza sorprendente, 1-1, la prima sgambata del 2010 dell’Atalanta a Trezzo d'Adda. Ad attendere la squadra di Conte non c’era una corazzata di serie A, bensì la Tritium, capolista solitaria del girone B di serie D e interprete di un ottimo incontro.

Le premesse per una tranquilla domenica all’insegna del gol non mancavano sicuramente alla squadra atalantina: grande presenza di tifosi sugli spalti, voglia di cominciare bene il nuovo anno e di centrare una vittoria per creare un po' di morale in vista del match di campionato contro il Napoli di mercoledì 6 gennaio a Bergamo (ore 15).

Al termine dell’amichevole resta solo un grosso rammarico per non aver sfruttato l’occasione di presentarsi alla sfida contro i partenopei con maggior serenità. I tifosi atalantini, infatti, non hanno preso bene il comportamento della squadra, apparsa in difficoltà contro un avversario di serie D e poco convinta, invitando i giocatori a tirar fuori gli attributi. In un post partita alquanto agitato, i tifosi atalantini hanno voluto incontrare l’allenatore per un chiarimento.

IL FILM DELLA PARTITA
Gli undici atalantini scesi in campo a Trezzo d’Adda durante il primo tempo saranno probabilmente per dieci undicesimi i titolari anti-Napoli. Coppola tra i pali; Garics, Bianco, Manfredini e Bellini in difesa; Ceravolo, Guarente, Padoin a centrocampo e Acquafresca e Tiribocchi in attacco. Al fianco di Guarente è stato schierato il giovane Bonaventura, che potrebbe essere ceduto dall’AlbinoLeffe. Il giovane prodotto del vivaio atalantino è stato tra i migliori in campo. A riposo sono invece rimasti De Ascentis (con la febbre), Doni (stop precauzionale), Radovanovic, Barreto e Madonna.

La Tritium ha impegnato Coppola in diverse circostanze, prima di essere trafitta al 29’ dall’ottima combinazione Ceravolo-Tiribocchi: il «Tir» si è dunque confermato brillante sottorete. Al 45’ la difesa atalantina ha pasticciato e Daldosso ha beffato Coppola, arrivato in ritardo sulla palla.

Nella ripresa Conte ha rivoluzionato la squadra dando spazio ai nuovi acquisti Capelli e Chevanton. Ecco lo schieramento nerazzurro dei secondi 45': Consigli; Capelli, Talamonti, Pellegrino, Peluso; Ferreira Pinto, Bonaventura, Padoin (15' st Monacizzo), Valdes; Chevanton, Tiboni. La squadra nerazzurra non è però riuscita a trovare gli spazi necessari per scardinare la difesa di casa, rischiando in diverse occasioni, soprattutto nel finale, di subire il gol beffa. Praticamente nessun tiro in porta dei nerazzurri e Chevanton ha dimostrato di essere ancora in forte ritardo di condizione.

Negli ultimi minuti dell’amichevole i tifosi hanno contestato la squadra, provocando alla fine del match la reazione di mister Conte, che ha voluto chiarire il suo punto di vista con gli stessi tifosi. E ora arriva il Napoli, un cliente molto insidioso.

La cura Mazzarri ha riacceso l'entusiasmo sotto il Vesuvio e i partenopei stanno viaggiando al livello di rendimento dell'Inter. A mister Conte si chiede invece di trascinare invece l'Atalanta alla salvezza. E il miglior regalo il giorno della Befana sarebbe di trovare nella calza tre punti preziosissimi. Ma contro un Napoli in serie positiva da dieci giornate sarà molto dura.
 Simone Masper

m.sanfilippo

© riproduzione riservata