Giovedì 15 Aprile 2010

Atalanta, Manfredini in dubbio
Problemini anche per Bianco

Un'Atalanta double face sta preparando il prossimo incontro di campionato contro la Fiorentina: confermata a centrocampo e attacco, mentre è ancora in dubbio la linea difensiva. È il responso del test in famiglia del giovedì, che nell'ultimo mese ha sostituito la tradizione amichevole contro una squadra di provincia.

L'allenatore Lino Mutti avrà di che riflettere per decidere l'undici da schierare in campo domenica 18 aprile (ore 15) contro la squadra toscana. La sfida contro i viola sarà ancora una volta decisiva. Il clan atalantino rimane aggrappato a quella piccola speranza salvezza, fissata da Mutti in un 15%, ma prima bisogna fare i conti con la realtà dei fatti. Chi scenderà in campo a difesa della porta bergamasca? Chi giocherà in difesa?

Nel primo caso verrà fatta una scelta sotto l'aspetto psicologico e tecnico. Nel test in famiglia Andrea Consigli è sceso in campo con i possibili titolari. Si tratta solo di un'indicazione di massima. I tre portieri presenti in rosa sono scesi in campo un'ora prima di tutti gli altri sotto lo sguardo dello staff: Mutti e il preparatore dei portieri Piacentini ci penseranno bene.

Per quanto riguarda i quattro di difesa, la formazione sarà fatta grazie all'aiuto del medico. Certa l'assenza di Bellini, Garics, Talamonti e dello squalificato Pellegrino, rimane ancora dubbia la presenza di Manfredini. Il biondo nerazzurro si è allenato a parte e mister Mutti conta di recuperarlo.

Al suo posto nel test in famiglia è stato schierato Volpi come centrale, ma è praticamente impossibile che l'ex reggino venga schierato in quel ruolo, soprattutto in marcatura di un giocatore fisico come Gilardino o del rapido Jovetic. Si spera dunque nel recupero di Manfredini per affiancarlo a
Capelli, Bianco e Peluso.

Per la verità anche Bianco lamenta qualche problemino: il difensore ha concluso anticipatamente l'allenamento per un dolore al gluteo sinistro. Naturalmernte la speranza è che non sia nulla di serio, in caso contrario sarebbero guai seri. Seduta differenziata per Caserta (dolore al ginocchio destro).

Se Manfredini non dovesse farcela, le alternative a disposizione sarebbero davvero poche. Su tutte il serbo Radovanovic, tornato in gruppo dopo l'affaticamento ai flessori della gamba destra accusato nell'allenamento di mercoledì: potrebbe essere schierato a sinistra come nella partita di Roma, con Peluso centrale. L'ultima opzione è l'utilizzo del Primavera Canzian sullo stesso out di sinistra. Se mancassero sia Manfredini, sia Bianco, a Mutti non resterebbe che mettersi le mani nei capelli.

Nei due restanti reparti le gerarchie sembrano confermate: Padoin e Guarente a metà campo, con Ferreira Pinto e Valdes laterali, Amoruso  eTiribocchi in attacco. Mutti non intende privarsi di Padoin come centrocampista, per cui non scalerà in difesa. Da venerdì 16 aprile la squadra sarà in ritiro per preparare il match contro la band di Prandelli: l'allenamento della giornata è in programma alle 15.
 Simone Masper

m.sanfilippo

© riproduzione riservata