Sabato 12 Marzo 2011

Atalanta, non snobbare l'Ascoli
In attacco Ruopolo-Marilungo

Persa l'occasione di chiudere in anticipo il campionato, l'Atalanta di mister Colantuono riparte da Ascoli dopo il pareggio contro il Novara. I nerazzurri saranno in campo sabato 12 marzo alle 15 allo stadio Del Duca contro la formazione di Castori, allenatore che ha risollevato i marchigiani almeno sotto il punto di vista sportivo, con 24 punti in 16 incontri. Ben altri sono invece i problemi interni della società bianconera, penalizzata di ben 6 punti e proprio per questo penultima della classe.

Inizia un nuovo campionato per l'Atalanta imbattuta da 13 turni, precisamente quello che risulterà decisivo ai fini della promozione. I nerazzurri infatti incontreranno in questa ultima parte di campionato dodici squadre nettamente inferiori, alcune impantanate in fondo alla classifica, altre piazzate in una posizione tranquilla.

Analizzando la graduatoria, l'Ascoli sta vivendo una situazione alquanto anomala: i risultati parlano in favore di mister Castori, che ha preso il posto di Gustinetti a metà andata, ma l'obiettivo salvezza diventa una chimera con una simile penalizzazione. Senza di quella e considerando le due partite che i marchigiani devono recuperare, contro Vicenza e Crotone, l'Ascoli sarebbe in posizione playoff.

Mister Colantuono ne è consapevole e, nonostante la tradizione favorevole dell'allenatore romano ad Ascoli, sarà necessario avere il massimo rispetto dell'avversario. Non è un caso infatti che in settimana il presidente Percassi abbia dichiarato con la sua solita verve che non è il momento di sedersi sugli allori e che bisogna tenere la tensione giusta.

«Siamo ancora in serie B», le parole del presidente, e contro gli ascolani sarà proprio una sfida da serie cadetta: ci si aspetta pressing e intensità da parte degli padroni di casa, che cercheranno di non fare giocare la squadra atalantina. Nella formazione nerazzurra le incognite riguarderanno soprattutto il centrocampo e l'attacco.

Confermati Carmona e Barreto dopo la brillante prestazione di entrambi contro il Novara, sulle fasce il ballottaggio è per l'out di sinistra tra Doni e Bonaventura, con quest'ultimo favorito, mentre a destra dovrebbe trovare spazio Padoin, come ha confermato Colantuono nella conferenza stampa della vigilia.

In avanti ballottaggio tra Marilungo su Tiribocchi per affiancare Ruopolo, ma la novità potrebbe essere dietro l'angolo: il mister atalantino ha affermato che la coppia che ha dato più garanzie è quella composta da Ruopolo e Tiribocchi, che potrebbe tornare titolare da un momento all'altro.

In difesa, davanti al bravissimo Consigli, tornerà Raimondi al posto del positivo Ferri: Capelli, Peluso e Bellini completeranno il reparto arretrato. Talamonti e Pettinari sono ancora out per infortunio e sono stati esclusi dalla lista dei convocati.

Tra i marchigiani spiccano i nomi di Sommese e Lupoli, uomini di fantasia capaci di inventare giocate degne di questo nome; nella rosa dei padroni di casa troviamo anche due vecchie conoscenze del calcio bergamasco e precisamente dell'AlbinoLeffe, il portiere Coser e il centrocampista Cristiano.

In occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia la Figc ha deciso che prima del fischio d'inizio di tutte le partite della 31ª giornata di campionato venga suonato l'Inno di Mameli.

Simone Masper

I probabili schieramenti
ASCOLI (4-3-3)
: 30 Guarna; 23 Gazzola, 4 Faisca, 24 Micolucci, 27 Calderoni; 17 Moretti, 21 Pederzoli, 8 Di Donato; 7 Lupoli, 11 Feczesin, 32 Cristiano. Panchina: 37 Maurantonio, 76 Capogrosso, 5 Marino, 3 Ciofani, 90 Mendicino, 5 Giorgi, 9 Romeo. All. Castori.
ATALANTA (4-4-2)
: 47 Consigli; 7 Raimondi, 4 Capelli, 13 Peluso, 6 Bellini; 22 Padoin, 8 Barreto, 26 Carmona, 89 Bonaventura; 66 Marilungo, 28 Ruopolo. Panchina: 78 Frezzolini, 5 Manfredini, 40 Delvecchio, 79 Ferreira Pinto, 27 Doni, 90 Tiribocchi, 18 Bjelanovic. All. Colantuono.
Arbitri
: Stefanini di Prato (Meli-Costanzo/Palazzino).
In tv
: diretta su Sky Calcio 7.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata