Venerdì 18 Marzo 2011

Piacenza da non sottovalutare
per un'Atalanta targata Ciccio-Tir

Finalmente Piacenza. A undici giornate dal termine, sabato 19 marzo alle 15 al Comunale di Bergamo l'Atalanta sfiderà la squadra emiliana allenata da Mindo Madonna, indimenticato ex nerazzurro. Mentre i tifosi atalantini meditano a una bella rivincita dopo la pesante sconfitta dell'andata subita in rimonta (3-2), l'allenatore Stefano Colantuono avrà altri problemi a cui pensare.

La squadra bergamasca si troverà infatti di fronte una delle squadre più in forma di questa prima metà di ritorno. Nelle ultime dieci giornate, infatti, gli emiliani hanno conquistato la bellezza di 20 punti, collezionando sei vittorie, due pareggi e due sconfitte. Analizzando i risultati vediamo che Cacia e compagni hanno battuto formazioni del calibro del Siena (3-2 in rimonta), Reggina (3-2), Grosseto (4-0) ed Empoli (2-1).

Un avversario scomodo, in forma e sereno dal punto di vista della classifica, con i playoff a soli due punti: visto il negativo avvio di campionato il lavoro di Madonna è stato encomiabile. Non sono però tutte rose e fiori per i lupi d'Emilia. A Bergamo infatti mancherà per squalifica il bomber della serie cadetta Cacia (17 reti).

Contro il Crotone chi lo ha sostituito non lo ha fatto rimpiangere, ma la sua assenza nell'attacco biancorosso contro la capolista peserà parecchio. Tra le file emiliane ci saranno diversi ex, illustri e meno, come Damiano Zenoni (da gennaio in maglia biancorossa), Conteh e Volpi.

Dopo avervi raccontato della squadra del momento veniamo alle cose di casa nostra. Colantuono nella conferenza stampa della vigilia ha elogiato il lavoro di Madonna e ha risposto all'ex tecnico dell'AlbinoLeffe ricambiando i complimenti. Baci e abbracci dunque prima del match, ma in campo sarà tutta un'altra cosa, come ha fatto intendere l'allenatore nerazzurro, quando ha chiesto il supporto del pubblico atalantino.

«Il pubblico di Bergamo - ha detto il mister di Anzio - è da 10, ma domani lo voglio da 10 e un pezzetto perché stiamo entrando nella fase decisiva del campionato e i nostri tifosi possono essere fondamentali». Viste le trasferte impegnative di Novara a Vicenza e del Siena a Crotone, Doni e compagni potrebbero sfruttare l'incontro casalingo per fare un ulteriore passo verso il traguardo finale.

In campo ci saranno delle novità, causate da infortuni e scelte di turnover. Barreto non ha recuperato dal problema accusato ad Ascoli, è stato lasciato precauzionalmente a riposo e il suo posto verrà preso da «Grinta» Delvecchio, mentre in attacco Tiribocchi tornerà titolare dal primo minuto insieme a Ruopolo, e Marilungo siederà per la seconda volta in panchina dal suo arrivo a Bergamo.

Confermata la difesa di Ascoli, con Consigli, Bellini, Capelli e Manfredini, Peluso, un gradito di ritorno dopo lo stop contro il Novara e la panchina di Ascoli dovrebbe essere quello di Cristiano Doni. Colantuono si attende ancora tanto da lui e alla conclusione della conferenza stampa della vigilia ha chiesto al capitano nerazzurro un altro regalino.

«Negli anni in cui l'ho avuto a disposizione a Bergamo - ha confidato Colantuono - è sempre stato fondamentale: ho molta stima in lui. Tra poco è il suo compleanno e gli farò un regalo, ma mi aspetto che anche lui si ricordi di me». A testa alta.

Infine la Lega ha diramato l'elenco dei prossimi anticipi e dei posticipi in serie B. L'Atalanta giocherà in posticipo la 14ª giornata di ritorno: sarà in campo a Modena lunedì 11 aprile alle 20,45.

Simone Masper

I probabili schieramenti
ATALANTA (4-4-2): 47 Consigli; 6 Bellini, 4 Capelli, 5 Manfredini, 13 Peluso; 22 Padoin, 26 Carmona, 40 Delvecchio, 27 Doni; 90 Tiribocchi, 28 Ruopolo. In panchina 78 Frezzolini, 32 Ferri, 19 Basha, 89 Bonaventura, 79 Ferreira Pinto, 66 Marilungo, 18 Bjelanovic. All. Colantuono.
PIACENZA (4-3-1-2): 1 Cassano; 27 D. Zenoni, 4 Gervasoni, 33 Rickler, 17 Anaclerio; 44 Marchi, 16 Cofie, 6 Bianchi; 10 Guzman; 23 Piccolo, 11 Guerra. In panchina 32 Donnarumma, 2 Conteh, 22 Zammuto, 13 Avogadri, 14 Volpi, 5 Mandorlini, 21 Sbaffo. All. Madonna.
Arbitro: Calvarese di Teramo (Melloni-Iori/Santonocito).
In tv: Sky Calcio 7.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata