Giovedì 21 Aprile 2011

Crotone-Atalanta, Colantuono:
«Doni con Tiribocchi-Bjelanovic»

Mister Colantuono non nasconde la formazione atalantina che scenderà in campo a Crotone venerdì 22 aprile alle 19. Doni tornerà in campo dal primo minuto, in attacco spazio alla coppia Tiribocchi-Bjelanovic. «Potrei riproporre la coppia di Torino, Tiribocchi-Bjelanovic. La difesa sarà inedita, ma sono giocatori che sanno interpretare il ruolo. A destra giocherà Ferri, con l'Empoli ho preferito Raimondi in virtù di alcune situazioni. Doni sarà in campo dal primo minuto: contro i toscani ha rifiatato, come sempre successo quando andiamo ad affrontare due partite in pochi giorni».

Gli unici dubbi per il mister atalantino riguardano la linea mediana, con qualche giocatore stanco o bisognoso di una sosta: lo stratega di Anzio si prenderà altre 24 ore di tempo per scegliere. «In mezzo non ho deciso, devo pensare bene la mediana. Potrebbe esserci una sorta di turnover, dato che abbiamo pigiato molto sull'acceleratore e veniamo da partite molto tirate. Qualcuno potrebbe rifiatare, ma non è detto. Può essere un discorso valido per Pinto, Carmona, Barreto: quest' ultimo con onestà mi ha detto che non è in gran forma. Voglio pensarci bene».

La sconfitta contro l'Empoli non ha stravolto la classifica, visto che il vantaggio sul Novara è di 10 punti. «Abbiamo fatto un grande campionato, abbiamo 10 punti sulla terza e questo è un bonus che può essere utile nei momenti di difficoltà che possono capitare. Dalla sconfitta con il Livorno abbiamo conquistato 40 punti, 2 a partita, il cammino è stato eccellente. Nell'ultima partita non abbiamo subito più di tanto: siamo stati disattenti in occasione dei gol e abbiamo sbagliato il primo tempo».

L'Atalanta andrà a far visita ai calabresi per la seconda volta nella sua storia. La prima fu nel 2005/2006 e anche in quella stagione l'allenatore era Colantuono: quella volta finì con la vittoria crotonese. Ora i pitagorici non sono nella stessa brillante posizione di classifica di quella stagione, ma la squadra allenata da Menichini non è da sottovalutare.

«Ci sta capitando di incontrare sempre squadre che stanno attraversando il loro momento migliore. Il Crotone viene da tre vittorie consecutive, ha il morale a mille e sarà spinto da un ambiente che conosco bene. Incontrarli in questo momento di serenità non ti agevola, un po' come successo a Modena. È una squadra che parte forte, è brillante e gioca sulla spinta del pubblico: ci vorranno testa, nervi saldi e cuore grosso. Sarà una bella battaglia. Non devo prendermi rivincite per le sconfitte riportate a Crotone e i record non m'interessano: ho solo un pensiero fisso, la matematica certezza della serie A».

Quanto manca alla matematica certezza? Per mister Colantuono, se le cose rimarranno tali, basteranno tre vittorie per brindare alla promozione. «Se Varese e Novara vincono tutte le partite ci bastano nove punti. Cominciamo a fare questi punti: adesso ce ne vogliono nove, magari già sabato le cose cambieranno. Non possiamo fare altro, poi però ci saranno anche gli scontri diretti tra le nostre avversarie».

Simone Masper

m.sanfilippo

© riproduzione riservata