Giovedì 21 Aprile 2011

Atalanta nella tana del Crotone
per scordare il ko contro l'Empoli

Dimenticare la sconfitta casalinga contro l'Empoli e iniziare la volata finale con il passo giusto. L'Atalanta di mister Colantuono scenderà in campo a Crotone venerdì 22 aprile alle 19 per la 16ª giornata di ritorno di serie B. Con Doni e il tandem Tir-Bjelanovic nel motore.

Le feste pasquali e proprio la trasferta calabrese sono considerate da mesi una tappa decisiva ai fini della promozione: da tempo si va dicendo nell'ambiente atalantino che la partita contro gli uomini di Menichini permetterà di fare un bilancio dell'ultimo periodo.

Una volta tornati dalla città di Pitagora, Colantuono e il suo staff potranno infatti farsi un'idea più precisa sui punti che mancano a raggiungere l'obiettivo. I più ottimisti parlavano di serie A conquistata a Pasqua: qualche pareggio di troppo e la sconfitta con l'Empoli hanno fatto rallentare il passo, ma la meta è ormai dietro l'angolo.

Prima di poter ragionare su possibili tabelle, Doni e compagni dovranno tornare a Bergamo con un risultato positivo, ma non sarà facile. Guardando alle vicissitudini settimanali di casa Atalanta, l'elenco dei convocati dice che mancheranno giocatori come Manfredini e Capelli per squalifica, e gli infortunati Ruopolo e Talamonti. Sono tornati disponibili Marilungo e Bellini, così come Tiribocchi.

I dubbi, come ha confermato mister Colantuono, sono tutti concentrati sul reparto di centrocampo. Davanti a Consigli le scelte appaiono obbligate, con Ferri (preferito a Raimondi) sulla destra, Bellini nel ruolo naturale di terzino sinistro, Peluso e Troest centrali. Il centrocampo atalantino subire qualche cambiamento.

Barreto potrebbe riposare e partire dalla panchina come contro l'Empoli, tornando utile a partita in corso, mentre Doni prenderà il posto di Bonaventura: l'impressione della vigilia è la riconferma di Ferreira Pinto sulla destra con Padoin e Carmona centrali, ma l'allenatore romano potrebbe sorprendere nuovamente tutti. In attacco Marilungo ricomincerà da dove ha lasciato, cioè dalla panchina: spazio al duo Tiribocchi–Bjelanovic.

Non manca nulla alla trasferta calabrese per diventare un boccone difficile da digerire: squadra reduce da tre vittorie consecutive, classifica tranquilla, mente libera, ambiente caldo e pubblico pronto a rendere lo stadio Scida una vera bolgia, anche grazie ai prezzi popolari attuati dalla società calabrese.

L'Atalanta non ha mai sbagliato due volte di fila in questa stagione e durante la settimana Colantuono avrà fatto sentire tutta la sua proverbiale energia per caricare i giocatori nerazzurri. «Ci vorranno testa, nervi saldi e cuore grosso. Sarà una bella battaglia», ha affermato il tecnico romano alla vigilia.

Una vittoria stile Modena sarebbe il lasciapassare per la serie A, ma non solo per questo sarebbe fonte di gioia. Il mister nerazzurro ha detto di non pensarci, ma la storia dice che l'Atalanta a Crotone non ha ancora vinto, sconfitta 1-0 nell'unico precedente. Un altro 22, stavolta dell'ottobre 2005 della prima era Colantuono: il gol di Scarlatto mise in bilico la posizione dello stesso allenatore, che anche sulla panchina granata nella scorsa stagione tornò da Crotone con zero punti.

La promozione passa dalla Calabria: una vittoria come quella di Modena potrebbe dare alla squadra ancora maggiore convinzione per lo sprint finale, in ottica primo posto. Sarebbe la prima volta, sarebbe la più bella.

Simone Masper

I due probabili schieramenti
CROTONE (4-3-2-1): 61 Bindi; 87 Correia, 19 Vinetot, 36 Abruzzese, 2 Crescenzi; 27 Eramo, 20 Loviso, 70 Caetano; 11 Cutolo, 7 De Giorgio; 22 Djuric. In panchina 99 Concetti, 5 Viviani, 37 Mazzotta, 8 Parfait, 4 Galardo, 90 Hanine, 9 Curiale. All. Menichini.
ATALANTA (4-4-2): 47 Consigli; 32 Ferri, 24 Troest, 13 Peluso, 6 Bellini; 22 Padoin, 8 Barreto, 26 Carmona, 27 Doni; 90 Tiribocchi, 18 Bjelanovic. In panchina 78 Frezzolini, 7 Raimondi, 40 Delvecchio, 79 Ferreira Pinto, 89 Bonaventura, 66 Marilungo, 70 Ceravolo. All. Colantuono.
Arbitro: Gallione di Alessandria (Marrazzo-Santuari/Adduci).
In tv: diretta Sky Calcio 4 HD, Mediaset Premium SerieB 2.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata