Domenica 06 Novembre 2011

Atalanta-Cagliari parziale 1-0
Denis show ed è vantaggio

Scuotiti Atalanta, dopo la sconfitta di Bologna è ora di tornare a far punti. Da un rossoblù ad un altro: dopo la sconfitta contro gli emiliani, al Comunale sarà ospite il Cagliari allenato da Ficcadenti. Il match inizia alle 15.

L'Atalanta a Bologna ha perso punti importanti e soprattutto ha lasciato l'amaro in bocca vedere come sono stati regalati, per un rigore al secondo minuto di recupero della prima frazione, un gol in avvio di ripresa, con gli atalantini ancora sbigottiti dal primo giusto episodio, e con il gol del 3-1 dell'ex Loria, libero di agire in area bergamasca.

Dagli errori bisogna ripartire, ma non solo da quelli: stiamo parlando della prestazione da applausi dei primi 45 minuti, dal gol del vantaggio, alle occasioni del raddoppio mancate e dall'incapacità di reazione degli avversari dovuta alla bravura di Capelli e compagni.

Alla conferenza stampa della vigilia mister Colantuono è stato chiaro. «Siamo stati poco attenti a gestire la situazione, ci prendiamo le nostre responsabilità e andiamo avanti per migliorare. Nella ripresa siamo entrati con il fardello sulle spalle di quanto successo, abbiamo concesso cose che non dovremmo concedere normalmente».

Quindi, comunque vadano le cose, contro il Cagliari non vorremmo essere nello spogliatoio atalantino né prima del match né all'intervallo: assorbito il colpo e imparata la lezione, il mister romano farà sì che episodi simili non succedano più grazie alla sua proverbiale carica.

Al Comunale arriva il Cagliari e chiudere con un risultato positivo sarebbe importante per poter trascorrere la pausa delle Nazionali con maggiore tranquillità. Il rischio è quello di dover giocare su un terreno di gioco al limite della praticabilità se dovesse continuare a piovere, ma nel calcio questo fa parte degli inconvenienti di giornata e i giocatori atalantini dovranno sopperire alla cosa con una partita maschia e muscolare, accesa magari da qualche lampo di gente come Cigarini e Moralez.

Venendo alla formazione mister Colantuono dovrebbe mantenere la difesa delle ultime giornate, con Masiello, Capelli, Lucchini e Peluso davanti a Consigli. Poche le alternative nel reparto arretrato: oltre a Manfredini non saranno del match nemmeno Bellini e forse Raimondi, che ha ricevuto un colpo nell'ultimo allenamento che lo ha costretto a recarsi in ospedale per curare la ferita.

A metà campo non ci sarà lo squalificato Padoin, oltre a Brighi e Pinto: Carmona e Cigarini si occuperanno della linea mediana, mentre sugli esterni dovrebbero agire Bonaventura a sinistra e Schelotto, che ha recuperato dall'influenza settimanale, a destra.

Maxi Moralez sosterrà l'unica punta, che dovrebbe essere ancora Denis, in ballottaggio con Gabbiadini dopo l'influenza patita in settimana, mentre Tiribocchi è ko e non sarà del match.

Conclusa la lista di infortunati e squalificati in casa Atalanta, veniamo al Cagliari. Se Ficcadenti confermerà i giocatori più utilizzati in questa prima parte di campionato, l'attacco sarà una specie di tridente composto da Cossu, regista dietro Nenè e Thiago Riberio: in caso di turnover, il tecnico ex Cesena potrebbe dare spazio a Larrivey, ex compagno di Moralez al Velez in Argentina.

A centrocampo tornerà dalla squalifica Conti, tra i migliori mediani della categoria, che affiancherà Biondini e Nainggolan, mentre in difesa dovrebbero essere schierati Pisano, Canini, Ariaudo e Agostini davanti ad Agazzi. Capelli e compagni si ritroveranno di fronte ragazzi come Agazzi, Canini e Perico, cresciuti nel settore giovanile atalantino, che non hanno avuto modo di confermare le loro qualità in prima squadra.

Niente regali e sconti verso amici di tante battaglie cari giovani atalantini, è ora di tornare a far punti. In attesa che da Coverciano e da mister Prandelli arrivino liete novelle.
Simone Masper


Probabili formazioni
Atalanta (4-4-2) Consigli; Masiello, Lucchini, Capelli, Peluso; Schelotto, Cigarini, Carmona, Bonaventura; Denis, Maxi Moralez. All. Colantuono.

Cagliari (4-3-1-2) Agazzi; Pisano, Ariaudo, Canini, Agostini; Conti, Biondini, Nainggolan; Cossu; Thiago Ribeiro, Nenè. All. Ficcadenti.

Arbitro: Giacomelli di Trieste

r.clemente

© riproduzione riservata