Mercoledì 01 Febbraio 2012

Niente condizioni di sicurezza
Atalanta-Genoa è stata rinviata

È stata una telenovela al limite dell'incredibile, ma alla fine la decisione ufficiale è arrivata alle 18,30 ed è stata comunicata dall'altoparlante ai coraggiosi spettatori: Atalanta-Genoa, che era in programma alle 18 allo stadio Comunale, è stata rinviata a data da destinarsi. La causa: mancanza di condizioni di sicurezza per il pubblico.

Dopo il rinvio di Parma-Juventus martedì sera, e di Bologna-Fiorentina e Siena-Catania di mercoledì alle 20,45, è dunque saltata Atalanta-Genoa, mentre dovrebbe essere salva Inter-Palermo delle 20,45. A Bergamo è stato un continuo colpo di scena che raccontiamo.

Al Comunale non c'era nessuno problema per il manto erboso che è riscaldato e che era stato ripulito completamente dalla lieve coltre nevosa. Secondo quanto riferito da Sky, per l'arbitro Gava il terreno di gioco era ok, anche se naturalmente la neve stava continuando a scendere.

Qualche problema in più per gli spalti dove c'era più neve, che doveva essere sgombrata per garantire la sicurezza del pubblico. Verso le ore 17 era prevista una riunione che avrebbe dovuto dare l'ultima parola per il problema sicurezza. Sembrava fosse stato deciso per il no, anche se non c'era ancora la comunicazione ufficiale.

Su Bergamo stava e sta ancora nevicando, ma intanto molti spettatori erano già entrati nelle curve e in tribuna Giulio Cesare. C'è stata una vibrata protesta del pubblico quando è trapelata l'indiscrezione che non si sarebbe giocato. Poco dopo le 18, invece, c'è stato un nuovo cambiamento di programma. È arrivata la comunicazione che il match era stato spostato alle 18,30, Stendardo - intervistato da Sky mentre si riscaldava - aveva invece parlato delle 19.

Invece alle 18,30 la decisione definitiva del Gos (Gruppo operativo per la sicurezza): non si gioca per motivi di sicurezza. In base alla recente normativa, le società organizzatrici di competizioni riguardanti il gioco del calcio sono responsabili, tra l'altro, del controllo dei titoli di accesso, dell'instradamento degli spettatori e più in generale del rispetto del «Regolamento d'uso dell'impianto».

L'intera attività viene svolta sotto la vigilanza del Gos, il quale opera in permanenza in ogni impianto sportivo ed è presieduto da un funzionario di polizia nominato dal questore. Del Gos fanno parte funzionari dei vigili del fuoco, del servizio sanitario, della polizia municipale nonché il delegato per la sicurezza.

La questura ha comunicato che la partita è stata rinviata per mancanza di agibilità dello stadio e per garantire l'incolumità del pubblico. La situazione è stata valutata come pericolosa a causa della neve e del ghiaccio presenti sui gradoni dello stadio. Ci sono stati tre sopralluoghi dei vigili del fuoco. In un primo tempo era stato deciso di pulire le grandinate, poi però ha continuato a nevicare e la pulizia è stata interrotta. Infine si è optato per il rinvio dopo un nuovo tentativo di rendere possibile la partita. Non c'è stato nessun incidente, qualche disagio invece sul fronte del traffico.

Ecco i due schieramenti che erano attesi in campo
ATALANTA (4-4-2): 47 Consigli; 32 Ferri, 2 Stendardo, 3 Lucchini, 13 Peluso; 7 Schelotto, 21 Cigarini, 17 Carmona, 11 Moralez, 28 Gabbiadini, 90 Tiribocchi. In panchina: 16 Polito, 5 Manfredini, 33 Brighi, 79 Ferreira, Pinto, 18 Carrozza, 10 Bonaventura, 89 Marilungo. All. Colantuono.
GENOA (4-4-2): 1 Frey, 20 Mesto, 5 Granqvist, 13 Kaladze, 24 Moretti; 81 Sculli, 88 Biondini, 33 Kucka, 11 Jankovic; 8 Palacio, 82 Gilardino. In panchina: 22 Lupatelli, 31 Sampirisi, 36 Meucci, 27 Costant, 19 Jorquera, 10 Birsa, 2 Pratto. All. Marino.
Arbitro: Gava di Conegliano Veneto (Altomare-Carrier/Gallione).

m.sanfilippo

© riproduzione riservata