Martedì 21 Febbraio 2012

Consigli imbattuto da tre turni:
Voglio vincere contro una grande

Un numero uno sempre più convincente, che dopo essere stato tra i migliori in cadetteria si sta dimostrando fondamentale per condurre l'Atalanta alla salvezza. Andrea Consigli, il migliore in campo nel match di Novara, sta passando un momento molto felice, con la porta imbattuta da tre turni consecutivi, nonostante l'attacco atalantino fatichi ad andare a rete.

«E' sempre bello non prendere gol - ha affermato -. Ci stiamo difendendo bene e la squadra è bella solida. E' vero che segniamo poco, ma gli episodi e la sfortuna non ci hanno aiutato. Speriamo che adesso le traverse e i pali diventino gol, così ci salviamo prima. Una buona striscia di risultati potrebbe far chiudere il discorso salvezza. Contro Inter e Napoli abbiamo sfiorato l'impresa, speriamo di centrarla contro i giallorossi».

Domenica 26, infatti, al Comunale arriverà la Roma di Luis Enrique, che all'andata sconfisse i ragazzi di Colantuono, che non riuscirono ad ingranare fin dall'inizio. «M'interessa vincere in casa contro una grande, se dovessi perdere l'imbattibilità non fa niente. Andremmo a 31, sarebbero tre punti fondamentali. La Roma ha un'identità che rispecchia il suo allenatore. Il loro gioco offensivo può avere dei limiti, come ha dimostrato la partita di Siena. L'assenza di Totti sarà importante, ma hanno giocatori importanti come Pjanic che calciano benissimo. In attacco poi sono davvero bravi: conosco Osvaldo soprattutto per i trascorsi nell'Under».

Dove può migliorare ancora un giovane portiere di tale stoffa? Il numero 47 nerazzurro ha le idee chiare in materia: si parla di uscite e di una crescita continua, che passa dalla maturazione e dalla consapevolezza di essere protagonista. «Frezzolini mi dice che deve migliorare ancora e lui è un portiere esperto: immaginate i margini che può avere un portiere di 25 anni. Sto andando bene e sono felice, ma anche l'anno scorso ho fatto un ottimo campionato. Si dice sempre che i portieri escono poco. Ormai un cross è diventato un tiro con questi palloni. E' una frazione di secondo e non è sempre vero che un portiere può uscire nell'area piccola. Dipende da dove parte il cross, perché se è laterale non ce la fai. E' un fondamentale sul quale devo crescere. In generale devo avere più consapevolezza».

Nel prossimo mercato l'estremo difensore atalantino potrebbe essere uno degli uomini più richiesti, vista anche la carenza a livello nazionale di numeri uno degni di questo nome. Consigli non ci pensa e rinnova la sua fiducia nella società bergamasca. «Ci sono poche squadre in prospettiva che possono valere l'Atalanta o essere migliori. Ho rinnovato da poco e ho deciso di mettere il mio futuro nelle loro mani. Poi si valuterà tutto insieme. La Nazionale ha seguito un percorso per arrivare a questo Europeo con determinati uomini, che stanno facendo bene e meritano il posto».

Simone Masper

e.roncalli

© riproduzione riservata