Sabato 21 Aprile 2012

L'Atalanta va ko a Catania: 2-0
Soltanto un tiro per i nerazzurri

CATANIA-ATALANTA 2-0
RETI: 31' pt Gomez, 40' st Seymour.
CATANIA (4-3-3): Terracciano 6,5; Bellusci 6, Legrottaglie 6,5, Spolli 6, Marchese 6; Biagianti 6 (43' st Ricchiuti sv), Lodi 6,5, Seymour 6,5; Gomez 7 (39' st Llama sv), Bergessio 6,5, Lanzafame 5 (22' st Catellani 6,5). In panchina: Kosicky, Motta, Capuano, Suazo. All. Montella.
ATALANTA (4-4-1-1): Consigli 6; Bellini 5,5, Stendardo 6, Lucchini 6, Peluso 5,5; Schelotto 5 (14' st Tiribocchi 5), Cazzola 6, Carmona 5,5, Bonaventura 5,5 (34' st Ferreira Pinto sv); Moralez 5,5, Gabbiadini 5 (29' st Carrozza sv). In panchina: Frezzolini, Manfredini, Raimondi, Cigarini. All. Colantuono.
Arbitro: Romeo di Verona.
Note: spettatori 15 mila circa. Ammoniti Lanzafame, Bellusci, Peluso, Legrottaglie e Carmona. Angoli 6-4 per il Catania. Recupero 1'+4'.

Brutta Atalanta a Catania. I nerazzurri sono caduti al Cibali: un perentorio 2-0 firmato da un eurogol di Gomez al 31' pt e dal raddoppio di Seymour nel finale, al 40' st. Per i bergamaschi, sbiaditi in attacco, soltanto una palla-gol nell'unico tiro in porta: di Bonaventura al 13' st.

Un ko inequivocabile: dopo 30' equilibrati, nei quali l'Atalanta aveva tenuto il campo senza problemi, la bordata da fuori area di Gomez ha dato il là a una nuova partita, nella quale i siciliani hanno sfiorato il raddoppio due volte nel restante spezzone del primo tempo (salvataggio di Lucchini al 35' pt e palo di Legrottaglie al 44' pt).

Nella ripresa, l'Atalanta ha avuto soltanto uno sprazzo, al 13' st, quando Bonaventura ha costretto Terracciano all'unica, granda parata in 95'. Per il resto è stato ancora il Catania a costruire di più in attacco e a sigillare il match in zona Cesarini.

La differenza è stata in attacco: Gomez e Bergessio hanno disputato una prestazione molto positiva, mentre Gabbiadini non ha inciso e non è stato ben supportato da Moralez, Schelotto e Bonaventura. E nemmeno Tiribocchi, quando è entrato nella ripresa, si è distinto in area avversaria. Attacco impalpabile, dunque, anche per colpa di un centrocampo che non è stato in grado di regalare palloni invitanti. Sicuramente senza Cigarini il reparto nerazzurro ne risente ed è penalizzato sul piano della qualità.

Per conoscere le ripercussioni in classifica si dovranno attendere le partite di domenica. Se il Lecce dovesse vincere a Roma con la Lazio ci sarebbe da preoccuparsi un po', ma l'Atalanta ha comunque molte squadre alle spalle e la forza per conquistare gli ultimi punti salvezza. Non deve però mollare credendo di aver già conquistato virtualmente la permanenza in serie A. Martedì, in tal senso, contro il Chievo sarà una sfida cruciale.

CRONACA
Atalanta in campo a Catania nel weekend che ricorda Piermario Morosini. Al Cibali c'è uno striscione enorme: «Vita difficile, morte ingiusta. Meriti il cordoglio di tutti gli ultras». Nerazzurri con lo schieramento previsto alla vigilia: una punta, Gabbiadini, sostenuto da Moralez (ricordiamo che c'è Denis squalificato). In difesa Lucchini preferito a Manfredini. A centrocampo riposo per Cigarini, in panchina e sostituito da Cazzola. Tra i siciliani spazio come terzino destro a Bellusci, con Motta relegato tra le riserve, mentre in porta c'è il giovane Terracciano (1990) e non Kosicky.

Se il Catania è già a cavallo, a quota 43, l'Atalanta (40) rincorre i punti della virtuale salvezza, anche se ormai la strada è decisamente in discesa. È la sfida tra le rivelazioni del campionato, ovvero tra le squadre che hanno offerto il miglior rendimento in base alle loro potenzialità.

Osservato un minuto di silenzio per Morosini in un clima di sincera commozione. Numerosi striscioni ricordano lo sfortunato centrocampista del Livorno cresciuto nel vivaio nerazzurro di Zingonia.

PRIMO TEMPO
10': mischia in area atalantina, i nerazzurri si salvano in corner. È il primo brivido di un match per il momento avaro di emozioni.
31' GOL: eurogol di Gomez che scocca da circa 30 metri una bordata che s'abbassa all'ultimo momento e fulmina Consigli. Il primo tiro nello specchio della porta frutta la rete.
35': splendida azione corale dei siciliani, da Lodi a Seymour sulla destra, traversone basso in area per lo smarcato Bergessio, la cui conclusione è salvata in angolo da Lucchini con un intervento in extremis.
37': punizione di Gabbiadini a sorvolare la traversa.
44': punizione dalla sinistra di Lodi e l'incornata di Legrottaglie si stampa sul palo alla sinistra di Consigli.
44': ammonito Lanzafame.
45': 1' di recupero.
46': fine primo tempo, Catania-Atalanta 1-0.

SECONDO TEMPO
1': nessun cambio in avvio di ripresa.
3': Lodi lancia sulla destra Bergessio che entra in area e tenta il dribbling per arrivare alla conclusione, Stendardo calcia in angolo.
6': ammonito Legrottaglie.
13': cross da destra di Moralez, esterno destro in spaccata di Bonaventura e splendida respinta di Terracciano, alla sua prima parata seria della partita.
14': entra Tiribocchi per Schelotto che esce arrabbiato e calcia via una bottiglietta. Tensione con Colantuono.
21': tiro-cross basso di Gomez da sinistra per Bergessio, Consigli respinge e Stendardo spazza.
22': entra Catellani per Lanzafame.
29': entra Carrozza per l'infortunato Gabbiadini.
30': rasoterra di Bergessio dal limite dell'area a fil di palo.
34': entra Ferreira Pinto per Bonaventura, vittima dei crampi.
37': Gomez attenta alla porta di Consigli da sinistra, il portiere nerazzurro devia in corner.
39': entra Llama per Gomez.
40' GOL: un cross di Bergessio da destra innesca Catellani che tira, Consigli respinge, ma Catellani è bravo ad anticipare il portiere nerazzurro e a smarcare di testa Seymour che infila la porta sguarnita.
41': ammonito Carmona.
43': entra Ricchiuti per Biagianti.
45': 4' di recupero.
46': ammonito Peluso.
49': ammonito Bellusci.
50': fine partita, Catania-Atalanta 2-0.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata