Sabato 22 Settembre 2012

Col Palermo la squadra di San Siro
Ma c'è Cazzola al posto di Biondini

Palermo vicina, ma Peluso e Schelotto anche venerdì hanno fatto un allenamento differenziato e a questo punto diventa difficile una loro convocazione per la partita di domenica pomeriggio con il Palermo. Considerando che poi ci saranno tre partite in una settimana e ci sono già diversi infortunati, è ipotizzabile che per entrambi non verranno affrettati i tempi, né corsi inutili rischi.

L'ultima parola però spetta alla rifinitura di sabato (a porte chiuse), dopo la quale Colantuono scioglierà gli ultimi dubbi e deciderà se e chi convocare tra Schelotto e Peluso. Va ricordato che Schelotto sta recuperando da un piccolo stiramento al collaterale del ginocchio destro e che è reduce anche da un incidente stradale per sua fortuna senza conseguenze fisiche. Peluso, invece, mercoledì ha accusato un fastidio muscolare che suggerisce prudenza.

Colantuono dovrà già poi fare a meno di Biondini, Capelli, Carmona, Ferreira Pinto e Radovanovic, dunque l'elenco degli indisponibili è particolarmente ricco. Sarà interessante capire poi quali decisioni verranno prese riguardo a Marilungo: l'attaccante, fermo da sei mesi dopo l'operazione al ginocchio, si è allenato molto bene questa settimana, è parso tonico e pimpante, ma un po' a sorpresa non verrà mandato con la Primavera per l'ultimo tagliando in vista del rientro.

Si ipotizza quindi che si andrà verso la conferma quasi in blocco della squadra che ha vinto 1-0 con il Milan a San Siro, con l'unica variazione obbligata di Cazzola al posto di Biondini. La soluzione De Luca molto tornerà utile a partita in corso, ma all'inizio l'Atalanta dovrebbe partire con Bellini, Lucchini, Manfredini e Brivio in difesa; Raimondi, Cigarini, Biondini e Moralez a centrocampo; Bonaventura alle spalle di Denis in attacco, con Maxi e Jack che possono anche scambiarsi di ruolo.

Guido Maconi

fa.tinaglia

© riproduzione riservata