Sabato 08 Dicembre 2012

Anticipo col Parma per il riscatto
Nell'Atalanta spunta De Luca

In anticipo alla ricerca del riscatto. Dopo tre sconfitte consecutive, l'Atalanta riceve sabato 8 dicembre il Parma (ore 18) in una sfida che si presenta fondamentale per i padroni di casa. La batosta di Firenze, l'incredibile sconfitta interna contro il Genoa e quella decisa dall'ex Gabbiadini a Bologna hanno cambiato un po' la stagione dell'Atalanta.

Il limite di squadra è stato confermato dal tecnico dei bergamaschi Stefano Colantuono nella conferenza stampa della vigilia, parlando di continuità e di un problema di molte squadre del campionato italiano, testimoniato dall'equilibrio che regna in classifica.

Così si passa dalla vittoria contro l'Inter alla sconfitta di Bologna, estremi di una stagione pazza, fatta di alti e bassi, ma che non dovrebbe avere conseguenze sul futuro della società atalantina. Il vantaggio sulla terzultima è diminuito da 9 a 6 punti nonostante le ultime tre sconfitte: ovvero, se l'Atalanta si è fermata per un pit stop, le rivali sono appena uscite dalla corsia dei box.

La partita contro il Parma diventa così una chiave importante per la continuazione della stagione. Colantuono ha tuonato alla ripresa dei lavori, i giocatori hanno capito la lezione, il presidente Percassi ha fatto il resto incitando la squadra anche davanti alle telecamere e adesso tocca a Bellini e compagni rifarsi dell'ultimo periodo.

Lo spettacolo è assicurato, perché si troveranno davanti due formazioni in grado di fare un buon gioco. Il Parma si trova in un ottimo momento, nonostante la sconfitta contro la Lazio dell'ultimo turno, e potrebbe giocare a viso aperto, e questo - oltre che a giovare allo spettacolo - potrebbe agevolare il compito di Bellini e compagni.

Sulla carta non sarà la partita dei rigori, visto che si troveranno di fronte quella che ne ha subiti di più contro un'Atalanta che ha avuto un solo rigore a favore contro l'Inter; il pareggio, infine, al Comunale manca dallo scorso 11 marzo e guarda caso arrivò proprio contro il Parma.

Alla vigilia due problemi per il Parma con Donadoni che, oltre a essere costretto a rinunciare a Galloppa, lamenta anche il forfait di Rosi e Valdes, non convocati e rimasti a casa. Il modulo dovrebbe così essere il 3-5-2 con Donadoni che punterà forte sulla coppia Amauri-Sansone.

Qualche sorpresa la potrebbe riservare anche la squadra nerazzurra. In casa Atalanta non sarà del match Troisi, colpito da un attacco influenzale, mentre torneranno Ferreira Pinto e Bellini, con quest'ultimo titolare dopo più di un mese. Lucchini prenderà il posto dello squalificato Stendardo, mentre non è escluso che ci siano variazioni anche a centrocampo e in attacco.

In attesa della sfida di Coppa Italia contro la Roma, martedì 11 dicembre, competizione che Colantuono ha sottolineato di non voler snobbare, potrebbe esserci infatti qualche novità dell'ultimo minuto, con Maxi Moralez che potrebbe rifiatare e lasciare posto a De Luca in attacco (e il modulo sarebbe così il 4-4-2) e Radovanovic impiegato in sostituzione di Carmona a centrocampo.

I due probabili schieramenti
ATALANTA (4-4-2): 47 Consigli; 6 Bellini, 3 Lucchini, 5 Manfredini, 13 Peluso; 7 Schelotto, 21 Cigarini, 8 Radovanovic, 10 Bonaventura; 91 De Luca, 19 Denis. In panchina: 16 Polito, 78 Frezzolini, 25 Matheu, 32 Ferri, 28 Brivio, 77 Raimondi, 44 Cazzola, 17 Carmona, 23 Scozzarella, 79 Ferreira Pinto, 11 Moralez, 99 Parra. All. Colantuono.
PARMA (3-5-2): 83 Mirante, 5 Zaccardo, 29 Paletta, 6 Lucarelli; 7 Biabiany, 32 Marchionni, 19 Musacci, 16 Parolo, 18 Gobbi; 21 Sansone, 11 Amauri. In panchina: 1 Pavarini, 91 Bajza, 28 Benalouane, 39 Fideleff, 4 Morrone, 20 Acquah, 77 Ninis, 88 Pabon, 17 Palladino, 9 Belfodil. All. Donadoni.
Arbitro: Calvarese di Teramo.

Simone Masper

m.sanfilippo

© riproduzione riservata