Venerdì 16 Ottobre 2009

Atalanta in emergenza a Udine
Conte sicuro: «Siamo in crescita»

Nonostante un'Atalanta in forte emergenza-infortuni, mister Antonio Conte non getta assolutamente la spugna in vista della gara di domenica 18 ottobre, a Udine. «Siamo convinti - ha detto il mister pugliese - che pur con gli uomini contati sapremo disputare in Friuli un buon incontro. Al tempo stesso siamo consapevoli che ci attende un impegno difficile ma lo sarà anche per i nostri avversari. Del resto, prima della sosta, avevamo superato l'esame-Milan in maniera molto positiva».

Poi Conte ha motivato, così, la fiducia nei confronti della squadra: «Da quando sono a Bergamo il gruppo ha lavorato sempre bene dimostrando una buona dose di disponibilità. Risultato: possiamo affermare di essere in costante crescita sotto ogni aspetto. In altre parole, cominciamo ad affilare le nostre armi con una certa concretezza».

Il tecnico tornando a parlare dell'Udinese ha precisato: «Non sono solo io a definire tosta la squadra del collega Marino. Non a caso può avvalersi dei nazionali Di Natale e Pepe, peraltro entrambi veloci. Ma al di là delle individualità è tutto il complesso a vantare qualità e quantità». Sulla recente «tegola» Acquafresca, il cui recupero non avverrà che tra un mese, Conte ha puntualizzato: «Non ci voleva proprio questo infortunio perché di Acquafresca ne avremmo avuto bisogno e come. In attesa del suo recupero terrà particolarmente sott'occhio il giovane Tiboni e riconsidererò Ceravolo nel suo ruolo naturale di attaccante». L'Atalanta, che ha anticipato a oggi, venerdì, la partenza per Udine, dovrebbe schierarsi con Consigli; Garics, Pellegrino, Peluso, Bellini; Guarente, De Ascentis, Padoin, Valdes; Doni e Tiribocchi.

e.roncalli

© riproduzione riservata