Domenica 01 Novembre 2009

Cagliari-Atalanta finisce 3-0
Un disastro senza attenuanti

CAGLIARI-ATALANTA 3-0
RETI
: 33' e 36' pt Nenè, 46' pt rig. Matri.
CAGLIARI (4-3-1-2): 22 Marchetti, 21 Canini, 6 Lopez, 13 Astori, 31 Agostini; 8 Biondini (42' st Parola), 5 Conti, 10 Lazzari (31' st Barone); 7 Cossu, 9 Nenè (18' st Larrivey), 32 Matri. In panchina: 24 Lupatelli, 19 Brkljca, 4 Dessena, 27 Jeda. All. Allegri.
ATALANTA (4-4-2): 1 Consigli; 22 Padoin, 2 Talamonti, 13 Peluso, 6 Bellini; 7 Madonna (22' st Layun), 21 Radovanovic (7' st Caserta), 17 Guarente, 20 Valdes; 72 Doni (18' st Ceravolo), 90 Tiribocchi. In panchina: 32 Coppola, 77 Bianco, 26 Pellegrino, 11 Tiboni. All. Conte.
Arbitro: Velotto di Grosseto (R. Bianchi-Giallatini; Guida).
Note: spettatori 12 mila. Ammoniti Peluso e Canini per gioco scorretto. Angoli 3-3. Recupero 1'+0'.

Secondo ko consecutivo dell'Atalanta che sembra aver smarrito di nuovo la strada dopo la serie di cinque risultati di fila con l'avvento di Conte. I nerazzurri hanno incassato un duro ko a Cagliari: un 3-0 maturato in appena 13', dal 33' pt al 46' pt.

Come a Livorno, un errore di Consigli ha favorito il primo gol del brasiliano Nenè, ma dopo è stata la difesa nerazzurra nel suo complesso a calare le braghe e a concedere il raddoppio di Nenè e il tris su rigore (peraltro dubbio) a Matri. Il trequartista Cossu, autore dei primi due assist, ha potuto operare indisturbato tra le linee.

In classifica non è cambiato nulla perché hanno perso pure Bologna e Livorno e dunque i bergamaschi restano in terzultima posizione in buona compagnia, ma è l'involuzione della squadra a preoccupare un po'. Se si esclude una bella punizione di Doni, l'Atalanta non ha costruito nemmeno una palla-gol, in difesa è ricaduta in errori che sembravano dimenticati e non c'è stata nessuna reazione sul piano caratteriale.

Sabato prossimo l'Atalanta è attesa dall'anticipo notturno contro la Juventus (ore 20,45) al Comunale di Bergamo. Naturalmente ci vorrà una squadra ben diversa per sperare di centrare un risultato positivo.

CRONACA
Cagliari e Atalanta in campo per l'11ª giornata di campionato. Nessuna sorpresa nei due schieramenti. Del resto, mister Conte non può inventare nulla, a causa dei molti giocatori infortunati. In difesa a destra c'è Padoin, davanti a lui a centrocampo Madonna con Radovanovic interno e in attacco tandem Doni-Tiribocchi. Nel Cagliari il duo offensivo è formato da Matri e Nenè con Jeda in panchina. Sugli spalti anche i tifosi nerazzurri dopo tante trasferte vietate.

PRIMO TEMPO

5': intervento di Padoin che evita l'incursione in area di Lazzari su cross da destra.
13': insidioso traversone da sinistra di Cossu, Bellini libera l'area.
21': ammonito Peluso.
24': bella azione corale dell'Atalanta che conquista il primo corner.
28': ammonito Canini.
33' GOL: corner da sinistra di Cossu e incornata vincente di Nenè con Consigli che era uscito dalla porta per tentare d'intercettare la palla.
36' GOL: traversone da destra di Cossu e ancora Nenè sorprende la difesa bergamasca con un tocco di piede.
43': splendida punizione di Doni, il palo e Marchetti evitano il gol.
45': 1' di recupero.
45': contatto in area atalantina tra Peluso e Lazzari, l'arbitro decreta il dubbio rigore.
46' GOL: dal dischetto Matri non dà scampo a Consigli per il 3-0.

SECONDO TEMPO
6': Nenè sfiora la tripletta con una conclusione che lambisce la traversa.
7': entra Caserta per l'infortunato Radovanovic.
9': Matri è impreciso da posizione favorevole.
14': colpo di testa di Madonna, palla fuori di molto.
18': entra Ceravolo per Doni, che stavolta non protesta.
18': entra Larrivey per Nenè.
22': entra Layun per Madonna.
31': entra Barone per Lazzari.
34': conclusione da lontano di Guarente, parata senza affanno di Marchetti.
42': entra Parola per Biondini
45'
: l'arbitro non concede nemmeno il recupero, Cagliari-Atalanta 3-0.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata