Atalanta, Percassi e il volontariato. Attendendo la Camminata Nerazzurra
Uno scatto dell’edizione 2019

Atalanta, Percassi e il volontariato. Attendendo la Camminata Nerazzurra

La presenza di Antonio Percassi alla recente consegna dell’auto alla Croce Rossa per il trasporto dei dializzati ha catalizzato l’interesse dei presenti alla cerimonia di solidarietà all’esterno della sede di Curno dell’Italian Optica, l’azienda che con il Club Amici dell’Atalanta si è resa protagonista per la piena riuscita dell’evento.

I giornalisti hanno infatti puntato subito verso il presidente nerazzurro tempestandolo su domande inerenti le operazioni di mercato in corso, ma Percassi ha risposto in maniera sommaria spostando frettolosamente l’argomento sulla sensibilità e generosità dei supporter per l’ennesimo gesto benefico nei confronti dei meno fortunati.

Insomma un intervento, quello del patron atalantino, che ha ulteriormente valorizzato l’indissolubile binomio tifo-socialità. Questo aspetto è stato rigorosamente rimarcato anche dal numero uno del club «Amici» fondato 55 anni or sono dal giornalista Elio Corbani, Marino Lazzarini ricordando che lo statuto della stessa Associazione invita gli iscirtti a prodigarsi in attività di volontariato. È solo il caso di ricordare che le quasi cento sezioni del Centro di Coordinamento (sparse in città, provincia e all’estero) sono puntualmente impegnate in tutto ciò che sa appunto di volontariato. E non appena le norme legate al Covid lo consentiranno si darà il via alla quattordicesima Camminata Nerazzurra - con l’impiego di 210 volontari - che provvede a distribuire l’intero ricavato alle più variegate associazioni onlus. I partecipanti indosseranno al via, sempre dal Sentierone, a Bergamo la maglietta autografata da mister Gian Piero Gasperini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA