Domenica 20 Luglio 2014

«Ezio gol» alla Festa della Dea

Ciga: se non mi cacciano resto qui

L’arrivo dei compagni di squadra di Bertuzzo in carrozza
(Foto by Magni Paolo Foto)

«Ezio gol»: il mitico grido che negli anni 70/80 incendiava la torcida nerazzurra rivive per una notte alla Festa della Dea.

Brividi a fior di pelle ieri nel piazzale esterno di Orio Center, nella serata dedicata al ricordo di Ezio Bertuzzo, ex centravanti dell’Atalanta scomparso nel febbraio scorso, ma sempre beniamino insostituibile nel cuore del tifo nerazzurro.

A celebrare il ricordo emozionante di Ezio Bertuzzo, le immagini dei suoi gol e tanti dei suoi suoi ex compagni e amici di allora: Giorgio Mastropasqua, Lino Mutti, Gabriele Andena, Cico Festa, Domenico Marocchino, Hubert Pircher, Marino Magrin, Lele Messina, Valter Mostosi, Angelo Zambetti e Zaccaria Cometti.

E siccome la coreografia vuole sempre la sua parte, gli ex compagni di Bertuzzo arrivano sul palco a bordo di una carrozza trainata da cavalli. Poi spazio all’Atalanta di oggi: a Bellini, Cigarini, Maxi Moralez, Boakye, D’Alessandro che raggiungono il palco su quattro tir rombanti. Poi la festa si è collegata con Denis per telefono e capitan Bellini gli ha fatto gli auguri per il bimbo appena nato. Cigarini: «Finché non mi cacciano, io resto qui».

Domenica sera 20 luglio ci sarà invece il tributo a uno dei più grandi di sempre della storia atalantina: Bepi Casari. Presenti anche i ragazzi della Primavera accompagnati da Mino Favini. Lunedì 21 invece toccherà invece ai due mister salire sul palco: Stefano Colantuono ed Emiliano Mondonico, tra passato e presente, prima del gran finale di martedì 22 con il presidente Antonio Percassi.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 20 luglio

© riproduzione riservata