Giovedì 09 Gennaio 2014

Giro d’Italia, c’è il tocco di Santini

Per la maglia un designer irlandese

La presentazione delle maglie ufficiali del Giro d’Italia 2014, che scatterà il 9 maggio da Belfast sull’Isola d’Irlanda. Da sin. Cristina Chiabotto, Nadia Toffa e Chiara FranciniAnsa

Irlanda fa rima con Giro d’Italia 2014. Le prime tre tappe della gara, infatti, si disputeranno tra Belfast, Armagh e Dublino e Santini Maglificio Sportivo, che da oltre 20 anni realizza le maglie della corsa, ha pensato bene di affidarne la creazione a un designer irlandese, Fergus Niland.

Non si tratta di una semplice collaborazione, ma piuttosto di un sodalizio, dato che Niland da un annetto è a tutti gli effetti dipendente dell’azienda di Lallio, che in tutto ne conta 75. Ma la sua terra, che ha lasciato per trasferirsi a Bergamo, la porta ancora nel cuore e ne ha riprodotto i simboli sulle quattro «maglie leader» del Giro, presentate a Pitti Immagine Uomo.

Ovviamente non poteva mancare il trifoglio, che, leggenda vuole, sia legato a doppio filo a San Patrizio, santo patrono dell’isola: la foglia, in questo caso, è riprodotta in modo stilizzato sulla parte destra delle maglie. Il motivo del tweed irlandese, invece, fa capolino sulle maniche e sulla parte interna del colletto.

Questo per quanto riguarda la maglia rosa, assegnata al vincitore del Giro, la maglia bianca (giovani), la maglia azzurra (gran premio della montagna) e la maglia rossa (graduatoria a punti). Non solo «maglie leader», perché, come spiega Paola Santini, responsabile marketing dell’azienda, «c’è anche la linea Giro d’Italia 2014 che comprende maglia, calzoncino e accessori e tre maglie rappresentative di altrettante tappe della corsa: Belfast, Barolo-Barbaresco e Trieste». Per quanto riguarda le quattro maglie, da aprile sono in vendita anche nei negozi e «l’anno scorso ne abbiamo vendute circa 15 mila». Il tessuto della maglia, invece, è stato realizzato in collaborazione con la Sitip di Cene: «Si tratta di un tessuto molto traspirante, performante e dalla vestibilità molto asciutta».

© riproduzione riservata