Bassa, controlli anticovid dei carabinieri Multe a tre locali, identificate 250 persone
Una pattuglia dei carabinieri in una foto d’archivio

Bassa, controlli anticovid dei carabinieri
Multe a tre locali, identificate 250 persone

Nel fine settimana il servizio ad «alto impatto» dei carabinieri della compagnia di Treviglio: controllati 12 locali pubblici, tre dei quali risultati non in regola. Segnalati anche 5 assuntori di droga.

Un servizio straordinario di controllo del territorio ad «alto impatto» in relazione alla verifica del rispetto delle prescrizioni tutt’ora vigenti per l’emergenza da Covid-19 e, contestualmente, volta al controllo di esercizi pubblici e degli avventori, è stato organizzato dai carabineri di Treviglio.

Pianificato per il sabato sera, il servizio dei carabinieri del comando compagnia di Treviglio si è svolto in tutto il territorio della giurisdizione, con decine di militari che sono stati impegnati nei controlli eseguiti, tra l’altro, su una cinquantina di veicoli in transito e 250 persone. Dei dodici esercizi commerciali controllati, in tre casi sono state riscontrate irregolarità per cui si è proceduto a contestare violazioni amministrative. Altrettante le sanzioni comminate in violazione delle normative anti assembramento emanate in relazione alle prescrizioni vigenti in materia di tutela della salute pubblica.

A seguito delle perquisizioni personali e veicolari, sono state segnalate quali assuntori di sostanze stupefacenti 5 persone, trovate in possesso di piccoli quantitativi di cocaina ed hashish e per cui, oltre alla comunicazione all’Ufficio Territoriale del Governo, è scattato anche il ritiro della patente di guida.

A questo vanno aggiunte una decina le contravvenzioni al Codice della Strada contestate che, in un caso, hanno portato anche al sequestro amministrativo del veicolo condotto.

Il servizio straordinario del fine settimana, rientra in una più ampia attività di controllo e vigilanza del territorio – spiegano dall’Arma – e di contrasto al fenomeno dei comportamenti illeciti in generale e più in particolare alla commissione di atti vandalici e di disturbo alla quiete pubblica, pianificata dai carabinieri di Treviglio che, nel corso delle prossime settimane, proseguiranno l’azione di contrasto nell’ambito dell’intera giurisdizione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA