Colpo al supermercato con la mascherina Preso rapinatore seriale delle farmacie

Colpo al supermercato con la mascherina
Preso rapinatore seriale delle farmacie

Due malviventi sono entrati nel negozio con un macete e una pistola giocattolo. Il volto coperto dalle mascherine utilizzate per il coronavirus, i due malviventi si sono fatti consegnare 1400 euro.

Ha 72enne, è di Zanica ed è noto alle forze dell’ordine per aver compiuto numerose rapine nella Bergamasca. Ora i carabinieri di Treviglio sono riusciti a bloccarlo dopo un colpo messo a segno a Pontoglio. L’uomo, pensionato, arrotondava in una ditta di pulizie.

L’ultimo colpo a Pontoglio in un supermercato con un ragazzo di 32 anni di Pavia, senza fissa di dimora e anche lui con precedenti per rapina. I due sono entrati nel negozio con un macete e una pistola giocattolo. Il volto coperto dalle mascherine utilizzate per il coronavirus, i due malviventi si sono fatti consegnare 1400 euro.

Il 72enne è poi scappato in bicicletta, ma è stato bloccato dai carabinieri di Treviglio che erano sulle sue tracce: lo avevano individuato nelle ultime settimane, collegandolo al modus operandi messo in atto nelle rapine precedenti: maschere per coprire il volto, la bicicletta poi nascosta nel furgone bianco delle pulizie in particolare sono stati gli elementi utili nelle indagini. Tanto che proprio dal furgone bianco i militari sono arrivati all’uomo che, nella fuga dopo la rapina, è stato fermato in sella alla sua bicicletta. Bloccato anche il complice, che era scappato a piedi.

Al 72enne sono riconducibili molti recenti colpi, in particolare quelli in farmacia: due a Urgnano il 19 dicembre e il 2 gennaio, la rapina a Martinengo il 4 gennaio, il 7 a Pumenengo, il 16 a Verdello, il 27 a Levate, il 17 febbraio in Città Alta, l’8 febbraio al Tigotà di Treviglio e il 25 febbraiao a Pontoglio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA