Litigio nell’abitacolo, muore la zia  La verità nelle impronte sul volante
La Fiat 500 dopo lo schianto

Litigio nell’abitacolo, muore la zia
La verità nelle impronte sul volante

Uno dei due potrebbe avere sterzato e l’altro cercato di raddrizzare l’auto. Si attendono anche i risultati l’autopsia di martedì 18 giugno

C’è un testimone che afferma di averli visti litigare nell’abitacolo. Poi l’auto, una Fiat 500, ha cominciato a zigzagare lungo la A4 e si è schiantata contro il guardrail a destra della carreggiata, all’altezza di Osio Sotto. Izabel Pereira de Gama, 44enne brasiliana che abitava ad Albegno di Treviolo, è morta all’istante. Il nipote - brasiliano di 32 anni - nell’incidente accaduto domenica a mezzogiorno ha riportato ferite non gravi ed è ora indagato per omicidio colposo.

Saranno determinanti gli accertamenti tecnici, a cominciare dall’autopsia disposta dalla pm Raffaella Latorraca e in programma martedì 18 giugno all’ospedale Papa Giovanni. Ma c’è un altro esame che potrebbe rivelarsi la chiave per chiarire la causa della tragedia: i rilievi dattiloscopici sul volante.


Leggi di più acquistando a 0.99 euro la copia digitale del 18 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA