Polizia, più pattuglie e più controlli E i reati calano: giù furti e rapine

Polizia, più pattuglie e più controlli
E i reati calano: giù furti e rapine

Fra ottobre dell’anno scorso e ottobre di quest’anno sono arrivati 53 nuovi poliziotti tra Bergamo e Treviglio: i furti sono diminuiti del 33,8%, le rapine sono scese del 42,2%. Due pagine su «L’Eco di Bergamo» di giovedì 14 novembre.

Il dato è di quelli che solitamente si ipotizzano soltanto sulla carta, nel pianificare risorse e prevederne le conseguenze. Stavolta, invece, il sillogismo «più poliziotti e più controlli uguale meno reati» è una realtà, a Bergamo e provincia, confermata dai dati. Che sono, per eccellenza, incontrovertibili. Il sospirato potenziamento del personale della Questura – che giovedì 14 novembre celebra i cent’anni di attività – si è concretizzato: tra ottobre dell’anno scorso e ottobre di quest’anno sono arrivati 53 nuovi poliziotti tra la Questura cittadina (44) e il commissariato di Treviglio (9). Il che ha consentito un incremento di pattuglie presenti sulle strade della città con un aumento consistente degli equipaggi (cresciuti quasi del 30%) e del numero dei cittadini controllati (saliti addirittura del 77%). Ma il risvolto più concreto sul fronte della sicurezza per la popolazione è rappresentata da un significativo e oggettivo calo dei reati. Se si confrontano i dati del 2018 e del 2019, compresi tra l’inizio di gennaio e la fine di ottobre, per esempio i furti sono diminuiti del 33,8% e quelli in casa addirittura del 58%, considerando le denunce raccolte da tutte le Forze dell’ordine in tutta la Bergamasca. Anche le rapine sono scese, nello stesso periodo, del 42,2%.


Due pagine con tutti i dati a cura di Fabio Conti acquistando a 0,99 euro la copia digitale de «L’Eco di Bergamo» di giovedì 14 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA