Si «tuffa» nella roggia con l’auto  L’alcol era 4 volte oltre il limite
Incidente stradale a Caravaggio Renault Kadjar finita nella roggia Rondanina

Si «tuffa» nella roggia con l’auto
L’alcol era 4 volte oltre il limite

Il quarantenne al volante rischia tremila euro di ammenda. Così come il 68enne finito contro una recinzione.

Due incidenti a causa dell’alcol sono accaduti nel fine settimana a Caravaggio. Nel primo caso un automobilista con un tasso alcolemico nel sangue di 2.03 grammi per litro è finito nella roggia Rondanina. Il secondo con 2.42 è andato a sbattere contro la recinzione della scuola Conventino. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito. L’incidente più spettacolare è quello di sabato 30 novembre, alle 16, in via Dante Alighieri: un romeno di 41 anni di Caravaggio, O.V., alla guida della sua Renault Kadjar, dopo aver sfondato le recinzioni, ha fatto un «tuffo» nella roggia Rondanina. Il quarantunenne aveva un tasso alcolemico quattro volte oltre il limite di legge (che è di 0,5) e ora rischia almeno tremila euro di ammenda, l’arresto di un anno e la revoca patente. Per il recupero del veicolo, durato ore, sono intervenuti i vigili del fuoco di Treviglio.

Era invece di quasi cinque volte sopra il limite il tasso alcolemico trovato nel sangue dell’uomo di 68 anni di Caravaggio, V.M., che domenica 1 dicembre, alle 19.30, alla guida in paese del suo Nissan Qashqai, in via San Francesco, è andato a sbattere contro la recinzione della scuola Conventino. Anche per lui c’è il rischio di almeno tremila euro di ammenda, dell’arresto di un anno e della revoca della patente oltre che, in questo caso, pure della confisca del veicolo. Sempre domenica è stata ritirata la patente (più 544 euro di multa) a un uomo di 30 anni, di Misano, M.P.C., che guidava il suo Fiat Doblò con un tasso alcolemico di 0,54. I controlli sono stati effettuati dalla polizia locale di Caravaggio. «Ringrazio la polizia locale - ha commentato il sindaco Claudio Bolandrini - che persegue con professionalità l’obiettivo assegnato dall’amministrazione comunale al fine di garantire con fatti concreti la sicurezza dei cittadini».


© RIPRODUZIONE RISERVATA