Spaccio e giovani consumatori Controlli antidroga a Canonica d’Adda

Spaccio e giovani consumatori
Controlli antidroga a Canonica d’Adda

Le segnalazioni sono arrivate numerose, anche dal sindaco. A Canonica d’Adda è scattato un controllo antidroga nella serata di sabato 15 febbraio. Fermato un giovane spacciatore nel parco nella zona di via Verdi.

A partire dal tardo pomeriggio di sabato e fino a sera inoltrata, oltre una decina di Carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno eseguito, con l’ausilio di Unità cinofile del Nucleo di Orio al Serio e il supporto di agenti della Polizia Locale di Canonica, il controllo straordinario di zone ben localizzate della cittadina, al fine di contrastare il fenomeno della vendita e del consumo di stupefacenti tra i giovani che, in particolare, nel fine settimana implementano il consumo di droghe leggere.

Nell’ultimo periodo, le segnalazioni giunte ai Carabinieri sono state infatti numerose. A raccoglierne alcune e a fare da tramite è stato perfino lo stesso primo cittadino di Canonica, Gianmaria Cerea, che ha quindi offerto all’Arma la collaborazione dei propri agenti della Polizia Locale.

Dopo taluni servizi in borghese tramiti i quali i militari hanno inquadrato l’entità del problema e soprattutto circoscritto le aree interessate, le forze dell’ordine sono intervenute in particolare all’interno del parco circostante la Bocciofila canonichese di via Verdi, dove hanno individuato un ragazzo sospetto, di origini marocchine: poco più che maggiorenne, è stato bloccato e perquisito. Il giovane, irregolare sul territorio nazionale perchè gravato di un ordine di allontamento notificatogli lo scorso marzo dalla Questura di Bergamo, aveva con sè alcuni involucri di hashish, confezionati in singole dosi, per un complessivo di 15 grammi.

Il cane dell’Arma ha fatto il resto. In una siepe poco distante dallo spacciatore l’Unità antidroga ha infatti rinvenuto un panetto di hashish di 70 grammi, appartenenti sempre al marocchino che una volta finito di distribuire lo stupefacente che aveva con sè, sarebbe tornato a rifornirsi proprio da quel panetto. Il ragazzo è stato denunciato a piede libero per detenzione a fini di spaccio di hashish: è stata avviata a suo carico la procedura per l’espulsione coatta dal territorio nazionale. Nell’ambito del medesimo servizio straordinario i Carabinieri hanno provveduto a controllare gli avventori di tre bar della zona, aperti fino a tardi, ed esteso il controllo agli utenti della strada, fermando complessivamente una 20ina di veicoli e oltre 35 persone.


Leggi di più acquistando a 0,99 euro la copia digitale de «L’Eco di Bergamo» di lunedì 17 febbraio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA