Strade, sarà un 2018 di cantieri  Ecco gli interventi più importanti

Strade, sarà un 2018 di cantieri
Ecco gli interventi più importanti

È pronto il cronoprogramma dei lavori di manutenzione sulle strade bergamasche, per un totale di un milione e mezzo di euro.

Dopo l’approvazione del bilancio di previsione 2017, che il 21 ottobre ha ricevuto il via libera dall’assemblea dei sindaci e dal Consiglio provinciale, gli uffici di Via Tasso stanno lavorando per chiudere la «partita strade», con i passaggi burocratici decisivi per tradurre in concreto gli impegni finanziati nei documenti. Negli ultimi giorni, diversi decreti firmati dal presidente Matteo Rossi hanno sancito l’approvazione dei progetti definitivi-esecutivi di una grossa tranche di progetti per le strade provinciali, dalle valli alla pianura. E, allegati ai decreti, ci sono anche i cronoprogrammi, che delineano un 2018 intenso.

Un primo progetto - 700mila euro l’investimento -, riguarda l’installazione o la sistemazione di guardrail: si lavorerà sulla Sp2 in territorio di Isola di Fondra (previste nuove barriere per 220 metri) e sulla Sp 171 a Cisano (350 metri; per questo primo lotto, cantiere al via il 14 dicembre, con rimozione il 13 marzo), poi ancora a Villongo, Gandellino e Premolo (è il secondo lotto, che prevede 60 giorni di lavori a partire da giugno 2017), infine ulteriori adeguamenti sempre sulla ex statale 671.

Un altro capitolo è la «formazione di nuova massicciata stradale e nuova pavimentazione bituminosa nei Comuni di Calusco, Solza, Medolago, Bottanuco, Suisio, Capriate, Bonate, Madone e Filago», spesa da 750mila euro: si partirà a inizio 2018, col primo tratto della Sp 170, e si proseguirà poi con gli interventi lungo la ex 166, la provinciale 183, la 155 e la 168, per un totale di nove settimane.

Definiti poi i dettagli di altri 100mila euro più specificamente improntati alla sicurezza di punti critici, col ripristino per esempio di giunti di dilatazione. L’orizzonte temporale è a cavallo tra la primavera e l’estate, dal 1° maggio al 12 giugno 2018 si lavorerà lungo diversi tratti della provinciale 14, con cantieri in orario diurno e restringimento di carreggiata (senso unico alternato regolato da semaforo): le prime quattro settimane saranno dedicate al viadotto sito in territorio di Strozza, dopodiché la manutenzione toccherà al tratto di Ponte Giurino. Nel «mini-pacchetto», un occhio di riguardo anche per l’asse interurbano, dove si lavorerà sempre di notte: una settimana di cantiere, dal 12 al 19 giugno, sarà dedicata al sovrappasso che serve lo svincolo dell’uscita per l’ospedale «Papa Giovanni»; dal 19 al 26 giugno, uomini e mezzi al lavoro sullo svincolo di Cassinone; dal 26 al 30 giugno, infine, sotto la lente ci sarà lo svincolo di Terno d’Isola.

Infine, un’infornata di lavori in pianura, con i dettagli di lavori per 950mila euro che interesseranno le provinciali 98var (Calciana), 101 (la Romano-Cividate-Pontoglio), 121 (la Verdello-Caravaggio), 122 (Francesca), 130 (sulla Fiume Serio-Caravaggio-Cassano), 136 (da Calvenzano a Vailate), 185 (Rivoltana), exSs 573 (l’Ogliese) ed exSs 591 (Cremasca): per posare il nuovo asfalto, il cronoprogramma fissa lavori per la durata di nove settimane nel 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA