Accoltellato 29enne a Bergamo  Succede in pieno giorno alle Autolinee
La polizia parla con i testimoni per cercare di ricostruire i fatti

Accoltellato 29enne a Bergamo

Succede in pieno giorno alle Autolinee

Ennesima aggressione in pieno giorno: ventinovenne ferito al viso e alla schiena, ricoverato alle Gavazzeni

La dinamica dell’aggressione è ancora da accertare da parte degli agenti delle Volanti: quando sono intervenuti alle Autolinee, lunedì 7 novembre poco prima delle 17, hanno trovato solo la vittima, un ragazzo ghanese di 29 anni, e i suoi tre amici. Sono loro a raccontare l’accaduto: «Erano le 16,30 ed eravamo appena scesi alla fermata del tram – spiega Willy –. Abitiamo a Pradalunga e volevamo fare un giro in centro Bergamo. Non appena siamo scesi in stazione un gruppo di sei marocchini ci si è avvicinato e uno di loro ha iniziato a minacciare il mio amico, poi gli ha sferrato un pugno in faccia. A quel punto l’altro mio amico è intervenuto per cercare di calmarlo ma il marocchino si è innervosito ancora di più, ha estratto un coltello e ha colpito con violenza in faccia, sul collo e sulla schiena. Prima di scappare gli ha tirato anche una bottigliata», conclude il giovane.

Pare che il nordafricano sia un volto noto alla stazione, i suoi connazionali lo chiamano «America». Dopo l’accoltellamento il gruppo di marocchini è scappato verso la stazione dei treni. Allertato il 112, alla fermata della Teb sono arrivate un’ambulanza e tre Volanti della polizia. Il 29enne è stato trasportato alle cliniche Gavazzeni mentre le pattuglie hanno cercato l’aggressore, ma senza esito.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 8 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA