Bergamo europea con i treni per Orio «Ogni mezz’ora dall’aeroporto a Milano»
Il treno per Orio sarà come il Malpensa Express (Foto by Archivio)

Bergamo europea con i treni per Orio
«Ogni mezz’ora dall’aeroporto a Milano»

L’intervento dell’amministratore delegato Marco Piuri al convegno Cisl di Bergamo sul tema infrastrutture. «Un’opportunità che dobbiamo cogliere». Sarà una sfida come quella del Malpensa Express.

Marco Piuri intervenendo al convegno nella sede della Cisl di bergamo nella mattinata di venerdì 10 maggio ha parlato del servizio ferroviario che interessa la nostra provincia: «Il lavoro sulle infrastrutture è essenziale per rafforzare il servizio ferroviario in provincia di Bergamo, servita ogni giorno da 517 corse. Il treno è un valore che cresce in questo territorio: nelle stazioni bergamasche registriamo ogni giorno oltre 76mila passaggi. E le performance migliorano: la linea Milano-Bergamo via Treviglio, è passata dal 78% di puntualità di fine 2018 all’84% di aprile. La strada è quella giusta e il potenziamento delle infrastrutture è una componente determinante per migliorare ancora. Nella bergamasca ci sono infrastrutture da ammodernare e potenziare, ma anche da realizzare. Penso al collegamento ferroviario con l’aeroporto di Orio al Serio, un’opportunità che dobbiamo cogliere».

Poi ha parlato del collegamento ferroviario per Orio che ritiene infrastruttura indispensabile e prioritaria: «Lavorare sull’infrastruttura significa anche cogliere nuove opportunità, per il territorio e per tutta la Lombardia – ha concluso l’AD Piuri. Il collegamento ferroviario di Bergamo con l’aeroporto di Orio al Serio è una di queste: grazie al treno sarà possibile offrire ai viaggiatori una connessione diretta, comoda, sostenibile fra l’aeroporto e la città di Milano, l’Alta Velocità, le linee regionali e suburbane. Forti dell’esperienza maturata con il Malpensa Express, che in vent’anni di attività ha guadagnato una quota di mercato del 14%, ci candidiamo per cogliere questa opportunità e intercettare la domanda proveniente dal territorio con collegamenti veloci ogni mezz’ora da e per Milano».

«Serve innanzitutto la coesione del territorio, delle sue forze progettuali e produttive, delle sue capacità “visionarie”, per favorire il viatico per lo sviluppo – ha detto Francesco Corna, segretario generale della Cisl provinciale-. «Bergamo paga da decenni la poca consistenza realizzative e la poca forza unitaria, sperimentata altrove per far decollare progetti decisivi. Cerchiamo di favorire un’alleanza tra pubblico e privato, capace di generare un ampliamento delle proposte con punti di vista diversi che arricchiscano il dibattito. La cabina di regia in Camera di commercio ha già avviato ragionamenti e lanciato idee. Ora serve anche valutare la sostenibilità del sistema economico dal punto di vista ambientale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA