Curno, lavoratori in nero: locale sanzionato. La replica dei titolari
I controlli a Curno

Curno, lavoratori in nero: locale sanzionato. La replica dei titolari

Venerdì 15 ottobre controlli dei carabinieri alla «Casa Loca» di Curno, in via Dalmine.

Proseguono i controlli dei carabinieri nei locali notturni: venerdì sera è stata la volta della discoteca «Casa Loca» di Curno, in via Dalmine. In campo i militari della Compagnia di Bergamo, del Nucleo Ispettorato del lavoro, i Vigili del fuoco e gli addetti della Siae di Milano. «Nel corso del controllo – specifica una nota dei carabinieri – è stata accertata la presenza di tre lavoratori in nero, di cui un percettore di reddito di cittadinanza e di altri tre addetti privi di Green pass. È stata inoltre riscontrata l’evasione, da parte del proprietario, dell’Iva e imposta intrattenimenti, oltre alla mancata presentazione della dichiarazione di effettuazione attività, e la presenza di porte di accesso ai bagni non a norma. Per tutto quanto accertato, i militari hanno elevato una contravvenzione di oltre 12mila euro, notificando al titolare la sospensione dell’attività come conseguenza della presenza di lavoratori non in regola».

Una delle titolari della discoteca tiene a precisare che «il locale è regolarmente aperto e lunedì andremo subito a pagare le sanzioni di 2.500 euro in totale, di cui mille ciascuna per le due ragazze immagine, che non erano assunte. È vero, ma le abbiamo trovate all’ultimo momento perché la ragazza che doveva venire ha dato forfait. Il terzo è in realtà uno dei soci e non un dipendente, mentre per quanto riguarda gli addetti senza Green pass si tratta di persone che sono sempre rimaste all’esterno, addette al parcheggio o al controllo degli ingressi, quindi non c’è stata alcuna sanzione perché non sono mai entrati all’interno del locale. Per le altre contestazioni abbiamo sempre pagato tutto regolarmente tramite il nostro commercialista e cercheremo di capire meglio con lui di cosa si tratta».


© RIPRODUZIONE RISERVATA