Due aggressioni in due giorni ad agenti penitenziari, la denuncia del sindacato

Due aggressioni in due giorni ad agenti penitenziari, la denuncia del sindacato

Il 22 e il 23 novembre due distinti episodi sono avvenuti nel carcere di Bergamo.

Tra il pomeriggio del 22 e la notte del 23 novembre due detenuti hanno aggredito per motivi incomprensibili, due agenti della Polizia Penitenziaria di Bergamo.

Il primo episodio è avvenuto nel pomeriggio di lunedì 22 novembre ed ha avuto per protagonista un detenuto che si è contraddistinto per aver aggredito verbalmente e con degli sputi un agente che lo aveva invitato a recarsi a teatro per un attività.

Il secondo episodio, invece, si è svolto nelle prime ore della notte del 23 novembre, quando il personale di Polizia Penitenziaria è dovuto intervenire per soccorrere e dirimere una lite in corso fra dei detenuti per riportare alla calma una situazione che stava creando agitazione nel reparto; uno dei detenuti interessati dai disordini in atto ha rivolto la sua ira nei confronti del personale accorso, colpendo e ferendo due agenti uno dei quali ha avuto sette giorni di prognosi.

«Ancora una volta ci troviamo costretti a dar voce a fatti che vorremmo non dovessero mai accadere- afferma in comunicato la Fns di Bergamo -. Le condizioni lavorative del personale di Polizia Penitenziaria sono estremamente precarie e insicure, i i fatti riportati lo testimoniano. Chiediamo con forza un sollecito intervento da parte della dirigenza del carcere perchè episodi di questo tipo trovino la giusta e tempestiva risposta, non potendo tollerare restino impuniti simili gesti di violenza perpetrata a danno del personale Polizia Penitenziaria».


© RIPRODUZIONE RISERVATA