«Ho chiuso gli occhi e ho sparato a Flora» Scanzo, parla il piastrellista

«Ho chiuso gli occhi e ho sparato a Flora»
Scanzo, parla il piastrellista

Si è costituito in lacrime dopo oltre una settimana di latitanza il brianzolo che ha fatto fuoco contro l’ex moglie.

«Ho fatto una sciocchezza» ha detto ai carabinieri tra le lacrime venerdì sera, quando si è presentato alla caserma di via delle Valli insieme al suo avvocato Stefano Sorrentino.

A poco più di una settimana dal tentato omicidio dell’ex moglie Flora Agazzi, 53 anni, a Negrone di Scanzorosciate, Salvatore D’Apolito, piastrellista cinquantenne di Villasanta (MB), si è costituito e ha confessato, confermando tutto quello che già i carabinieri del Nucleo investigativo di Bergamo, coordinati dal pm Davide Palmieri, avevano ricostruito. La fuga in Vespa, la parrucca e il cappuccio a nascondere il viso, il nastro adesivo a coprire la targa della moto, il camper come rifugio. «Ho chiuso gli occhi e ho sparato» ha detto l’uomo venerdì sera ai carabinieri.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 7 ottobre 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA